Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Interventi per la sicurezza degli attraversamenti pedonali

L’incidentalità stradale con coinvolgimento di pedoni rappresenta un tema ampiamente trattato nella letteratura tecnica e approfondito negli studi mirati al miglioramento della sicurezza stradale

Interventi per la sicurezza degli attraversamenti pedonali

Conclusioni e raccomandazioni

La sperimentazione in realtà virtuale effettuata ha permesso di osservare che, per strade tipo E, in cui vige il limite di velocità generalizzato di 50 km/ora, la presenza di attraversamenti pedonali realizzati mediante semplice segnaletica orizzontale, come previsto dall’art. 145 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada, risulta molto pericoloso per l’utenza pedonale, in quanto – in caso di investimento – la velocità media dei veicoli, che non rallentano come invece dovrebbero in presenza delle strisce pedonali (ai sensi delle norme di comportamento previste dal Codice della Strada) risulta elevata (prossima e spesso superiore al limite di velocità imposto).

In approccio a questa configurazione solo il 41% dei conducenti ha mostrato una reazione (riduzione della pressione sull’acceleratore) e la velocità media registrata sull’asse dell’attraversamento pedonale è risultata pari a circa 57 km/ora, a cui corrisponde un rischio di morte in caso di investimento del pedone del 14,20%.

Per contro, le soluzioni ingegneristiche indagate mediante la sperimentazione condotta con il simulatore di guida del LaSIS hanno dimostrato un impatto importante per la moderazione del traffico in corrispondenza dell’attraversamento pedonale, inducendo una complessiva riduzione della velocità del veicolo in prossimità di quest’area anche quando il pedone non sta attraversando.

L’attraversamento pedonale realizzato su sfondo colorato (rosso) ha indotto una riduzione della velocità rispetto alla configurazione tradizionale di circa 9 km/ora (la velocità media registrata sull’asse dell’attraversamento è pari a circa 48 km/ora), riducendo la probabilità di morte conseguente all’investimento del pedone al 7,04%.

L’attraversamento pedonale realizzato con profilo sinusoidale ha prodotto una riduzione della velocità rispetto alla configurazione tradizionale di circa 11 km/ora (la velocità media registrata sull’asse dell’attraversamento è pari a 46 km/ora), riducendo la probabilità di morte conseguente all’investimento del pedone al 5,75%.

L’attraversamento pedonale realizzato con profilo sinusoidale e con fondo colorato (rosso) ha generato una riduzione della velocità rispetto alla configurazione tradizionale di circa 16 km/ora, permettendo di registrare sull’asse dell’attraversamento una velocità media di circa 41 km/ora.

La probabilità di morte conseguente all’investimento del pedone risulta in questa configurazione molto bassa (pari al 3,98%), molto prossima al valore che caratterizza la soluzione di attraversamento pedonale realizzato con profilo trapezoidale (2,3%) che però non è applicabile su strade di tipo E.