Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il viadotto Santo Stefano

Il riposizionamento e la messa in sicurezza dell’impalcato

sfondo sabatiello

Nell’ambito dei lavori di realizzazione da parte dell’ANAS SpA del 1° Lotto della S.S. 655 “Bradanica”, è in corso di costruzione il viadotto Santo Stefano a sovrappassare l’omonimo fosso; durante la sua esecuzione, il viadotto ha subito deformazioni anomale irreversibili a carico delle apparecchiature di appoggio ascrivibili a movimenti gravitativi più o meno profondi dell’area interessata dall’opera d’arte che hanno determinato spostamenti relativi tra le sottostrutture portanti e l’impalcato.

La natura intrinsecamente evolutiva del fenomeno, in vista della prossima apertura al traffico della strada entro la fine del 2018 e nelle more dell’attuazione degli interventi definitivi di stabilizzazione dell’area, ha indotto l’Ente appaltante ad affidare la progettazione degli interventi urgenti tesi a portare la struttura in condizioni di sicurezza e di agibilità al Prof. Ing. Lucio Della Sala.

  • Impalcato
    1 sabatiello
    Nell’ambito dei lavori di realizzazione da parte dell’ANAS SpA del 1° Lotto della S.S. 655 “Bradanica”, è in corso di costruzione il viadotto Santo Stefano a sovrappassare l’omonimo fosso
  • Viadotto
    2 sabatiello
    La planimetria del viadotto
  • Pila
    3 sabatiello
    Il prospetto del viadotto
  • Cinematismo
    4 sabatiello
    Lo schema del cinematismo dell’impalcato
  • Spalla
    5 sabatiello
    La pianta dell’impalcato con numerazione degli isolatori
  • Sollevamento
    6 sabatiello
    La sommità di pile e spalle negli spostamenti longitudinali
  • Carico
    7 sabatiello
    La sommità di pile e spalle negli spostamenti trasversali
  • Modello FEM
    8 sabatiello
    Il modello 3D: la vista dall’alto
  • Isolatore
    9 sabatiello
    Il modello FEM: vista della testata lato Candela
  • Bradanica
    10 sabatiello
    La deformata dell’impalcato durante i sollevamenti
  • ANAS
    11 sabatiello
    Il sollevamento della sezione 3
  • Sicurezza
    12 sabatiello
    I carichi di esercizio

La presente memoria analizza dapprima il comportamento tensio-deformativo dell’impalcato del viadotto Santo Stefano conseguente agli spostamenti anomali verificatisi a tutt’oggi in corrispondenza delle pile e delle spalle illustrando, successivamente, il complesso di attività necessarie al ripristino delle condizioni di sicurezza del viadotto, con particolare riferimento al modello fisico matematico adottato e alle fasi esecutive considerate le quali dovranno essere tenute sotto stretto controllo strumentale per mezzo di un sistema di monitoraggio continuo all’uopo progettato.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,