Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Il viadotto Santo Stefano

Il riposizionamento e la messa in sicurezza dell’impalcato

Il viadotto Santo Stefano

La campagna di indagini

A partire dalle prime manifestazioni di spostamenti anomali si è deciso di intraprendere una campagna di misurazioni volta ad accertare l’evoluzione del dissesto e le sue possibili cause. La campagna di indagine si è articolata nelle attività di seguito descritte.

Il rilievo topografico

Il rilievo si è sviluppato in due fasi distinte:

  • prima campagna topografica dal Settembre 2014 all’Aprile 2015;
  • seconda campagna topografica dal Giugno 2015 al Gennaio 2017.
Il rilievo della deformazione degli isolatori

Al fine di valutare il comportamento delle apparecchiature di appoggio nel tempo e di verificare la rispondenza della deformazione delle stesse alle misure di spostamento delle sottostrutture di cui al paragrafo precedente, è stato effettuato un rilievo di precisione delle deformazioni subite dagli isolatori.

È immediato desumere come le deformazioni degli isolatori siano avvenute sostanzialmente in direzioni opposte rispetto alla sezione corrispondente al punto più depresso della citata corda molle che caratterizza altimetricamente l’opera d’arte; in particolare, il vincolo rappresentato dalla veletta della spalla B ha fatto sì che le deformazioni in direzione Candela assumessero valori maggiori di quelle in direzione Matera.