Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il nuovo ponte sul fiume Tagliamento

Realizzata nell’ambito dei lavori di ampliamento della Autostrada A4, l’opera si sviluppa per circa 1,5 km tra gli argini del fiume ed è costruita in adiacenza a quella esistente che sarà demolita

sfondo deal
L’impalcato

La sezione trasversale dell’impalcato è quella di un cassone trapezoidale con anime inclinate e sbalzi sui due lati esterni a livello della soletta superiore. La sezione è ad altezza costante pari a 3,20 m, ad esclusione delle zone in prossimità degli appoggi dove la sezione viene alzata da 3,20 m a 4,00 m in corrispondenza dell’intradosso con legge lineare.

Nella zona ad altezza variabile vengono ispessite sia la soletta inferiore che le anime mentre rimane costante la soletta superiore e gli sbalzi.

Per contenere il peso degli elementi prefabbricati entro i limiti delle capacità di sollevamento delle attrezzature previste per il montaggio, le lunghezze dei conci hanno valori variabili: 1,60 m per i conci di pila, 2,67 m per i conci a sezione variabile e 2,85 m per i conci a sezione costante.

La struttura di impalcato è precompressa sia nella direzione longitudinale che in quella trasversale. Longitudinalmente sono previste tre famiglie di cavi:

  • cavi superiori: sono cavi collocati nella soletta superiore in prossimità delle anime ed ancorati in testata di ogni singola coppia di conci. Tali cavi sono simmetrici rispetto all’asse della pila e vengono tesati durante le fasi di costruzione con il metodo a sbalzi bilanciati;
  • cavi di continuità interni: sono cavi collocati nella soletta inferiore in prossimità delle anime e ancorati in blocchi di ancoraggio interni al cassone. Tali cavi sono simmetrici rispetto all’asse della campata e vengono tesati solo dopo aver realizzato il getto di continuità in mezzeria tra due sbalzi adiacenti;
  • cavi di continuità interni/esterni: sono cavi di lunghezza pari a quella dell’intera campata, ancorati in corrispondenza dei diaframmi in asse pila e sono interni ed aderenti nella parte centrale della campata e diventano esterni alla sezione e non aderenti nella parte in prossimità degli appoggi. La parte esterna dei cavi è inclinata rispetto all’asse longitudinale del ponte. Tali cavi sono simmetrici rispetto all’asse della campata e vengono tesati solo dopo aver realizzato il getto di continuità in mezzeria tra due sbalzi adiacenti.

In direzione trasversale sono previsti dei cavi ancorati alle estremità degli sbalzi della soletta superiore. Questi hanno un andamento altimetrico variabile e congruente con la variazione del momento flettente trasversale in soletta.

Vengono tesati in due fasi successive nello stabilimento di prefabbricazione: la prima (25%) al disarmo dei casseri laterali e la seconda (75%) nell’area di stoccaggio.