Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il nuovo ponte sul fiume Tagliamento

Realizzata nell’ambito dei lavori di ampliamento della Autostrada A4, l’opera si sviluppa per circa 1,5 km tra gli argini del fiume ed è costruita in adiacenza a quella esistente che sarà demolita

sfondo deal
Il varo

La posa in quota dei conci prefabbricati è eseguita grazie all’impiego di una attrezzatura di varo appositamente progettata e costruita, sulla base delle specifiche fasi esecutive (fasi di varo) previste per la realizzazione dell’impalcato del ponte.

Il ciclo costruttivo a regime prevede il completamento della campata (stampella) tipica, costituita da 29 conci prefabbricati, in 13-14 giorni di calendario, mediante le seguenti fasi principali:

  1. riposizionamento dell’attrezzatura di varo sulla pila della stampella da realizzare (autovaro);
  2. prelievo e posa in opera del concio di testa pila (concio 0 della stampella);
  3. riposizionamento (avanzamento) dell’attrezzatura di varo sul concio di testa pila, preventivamente assicurato alla pila;
  4. varo del concio immediatamente successivo al concio di testa pila (concio 1a) e collegamento dei due conci mediante barre di precompressione provvisoria;
  5. varo del concio immediatamente precedente al concio di testa pila (concio 1b) e collegamento a quest’ultimo mediante barre di precompressione provvisoria;
  6. installazione e tesatura cavi di precompressione superiori tra i conci 1a e 1b;
  7. ripetizione delle operazioni precedenti, da 4) a 6), e posa in opera di nove coppie di conci coniugati;
  8. riposizionamento (avanzamento) dell’attrezzatura sulla porzione di impalcato realizzata;
  9. completamento della stampella tipica, procedendo come descritto nelle fasi precedenti;
  10. collegamento della stampella appena completata alla retrostante porzione di viadotto già completato (getto concio di sutura e tesatura dei cavi di precompressione);
  11. avanzamento dell’attrezzatura sulla pila successiva (autovaro) e inizio della realizzazione della stampella successiva.

La procedura è ripetuta per tutte le 19 pile della prima carreggiata, fino al completamento del primo impalcato.

Operando in modo analogo, previo riposizionamento dell’attrezzatura di varo sulla seconda carreggiata del viadotto, si procede infine al completamento dell’intera sovrastruttura del nuovo ponte sul fiume Tagliamento.