Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’evoluzione del laboratorio sperimentale infrastrutture di trasporto

Didattica e ricerca: lo scorso 16 Marzo al Politecnico di Milano è stato inaugurato il laboratorio Infralab nella sua rinnovata configurazione. La Redazione era presente al taglio del nastro e al Convegno che l’ha preceduto, ponendo alcune Domande al Prof. Maurizio Crispino

sfondo poli infra
“S&A”: “Anche il sottofondo stradale con misti cementati, stabilizzati utilizzando aggregati di recupero eventualmente rinforzati, è oggetto di studi e ricerca nel vostro Laboratorio?”.

“MC”: “Gli strati sottostanti gli asfalti costituiscono una parte essenziale della pavimentazione. Le ricerche di Polimi_Infralab sono da anni indirizzate alla massimizzazione delle prestazioni e alla riduzione dell’uso di materie prime naturali. Le tecnologie messe a punto sono da tempo diventate anche pratica applicativa in infrastrutture anche di elevatissima importanza.

Possiamo dire che Polimi_Infralab ha contribuito in modo essenziale al delicato passaggio culturale di questi anni, che ha visto superare i timori dell’abbandono o riduzione delle materie prime naturali, mostrando che è possibile ottenere ottimi risultati con le tecnologie alternative purché si adottino adeguati criteri progettuali delle miscele e si facciano idonee prove di verifica, sia in Laboratorio che in campo”.

“S&A”: “L’area prove di Carpiano rappresenta il frutto di una collaborazione ormai consolidata tra Politecnico di Milano e un’Impresa di costruzioni stradali: quali sono a suo giudizio le principali ripercussioni positive di questo rapporto sul mondo accademico e su quello imprenditoriale?”.

“MC”: “La convenzione in essere consente di realizzare, dopo gli studi e le ricerche in scala di Laboratorio, test in vera grandezza, con i quali è assolutamente indispensabile confrontarsi per verificare che nella produzione reale non si generino criticità assenti o non percepibili nei test a scala inferiore. Il passaggio attraverso test in scala reale è dunque essenziale prima di pervenire all’applicazione in sito.

Questo modus operandi, attivato da Polimi_infralab ormai da oltre 15 anni, si è dimostrato una pratica di successo e di grande utilità, avvicinando peraltro il mondo accademico e quello delle Aziende che devono assolutamente parlarsi e confrontarsi, mettendo a fattor comune esperienze e conoscenze diverse e complementari”.