Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Innovazione e sostenibilità: soluzioni per le strutture dello Skyway Monte Bianco

Per la realizzazione del nuovo Skyway Monte Bianco “Cordée Mont Blanc”, Basf Construction Chemicals Italia ha dato il suo contributo come Fornitore di prodotti/soluzioni e assistenza tecnica in cantiere per le fondazioni in calcestruzzo armato dei tralicci di sostegno e per la realizzazione del tunnel del rifugio Torino a 3.462 m slm

sfondo basf

Le strutture hanno la doppia funzione di ancorare la nuova stazione Punta Helbronner al substrato roccioso e di ospitare le scale di sicurezza e l’ascensore che le collega con il tunnel pedonale che conduce al Rifugio Torino.

Il pozzo verticale di 70 m di profondità ha diametro interno di 5 m ed è stato scavato (con prodotti BASF) prima con un foro pilota di 40 cm quindi è stato allargato e rivestito con calcestruzzo di spessore compreso tra 0,5 e 1 m additivato con prodotti BASF.

  • Basf
    1 basf
    BASF Construction Chemicals Italia di BASF Italia festeggia 60 anni di successi
  • Calcestruzzo
    2 basf
    Il carico di additivi
  • Stabilimento
    3 basf
    Lo stabilimento di Treviso
  • Additivi
    4 basf
    Prodotti confezionati

Alla base del pozzo, è stata creata una grande camera (con prodotti BASF) per ospitare i servizi e il serbatoio di accumulo dell’acqua per alimentare il sistema antincendio. Il serbatoio di accumulo è stato progettato con uno strato termoisolante in polistirene rivestito con un sottile strato di calcestruzzo armato di spessore di 10 cm rivestito a sua volta con un impermeabilizzante polimerico elastico monocomponente BASF.

La struttura consolida quindi l’intera sezione della montagna, dove è costruita la nuova stazione e dove sono ancorate (con prodotti BASF) le strutture degli impianti di risalita portanti i cui cavi sopportano più di 100 t di tensione ciascuno, e sono ancorate a tamburi in calcestruzzo armato additivati con prodotti BASF. Il tunnel pedonale ha una sezione di scavo di 15 m2 ed è lungo circa 154 m di cui 143 m in natirale e 11 m in artificiale vicino all’uscita del Rifugio Torino.

Lo scavo della parte terminale della galleria è stato realizzato con serie di micropali e centine metalliche rivestiti poi con getto in calcestruzzo armato additivato con prodotti BASF.