Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Giuseppe Mancini: l’uomo che…costruisce il futuro

Uomini che hanno fatto tanta strada: intervista al Prof. Giuseppe Mancini, Ordinario di Tecnica delle Costruzioni presso la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino

Giuseppe Mancini: l’uomo che…costruisce il futuro
“S&A”: “Quali sono le procedure esecutive che, secondo il Suo parere, i Gestori delle infrastrutture dovrebbero mettere in atto per allungare la vita delle opere al fine di mantenere in sicurezza il nostro patrimonio viario?”.

“Giuseppe Mancini”: “I Gestori delle infrastrutture dovrebbero effettuare una valutazione “metrica” della sicurezza reale delle opere esistenti nei riguardi dei requisiti prestazionali oggi richiesti dalle Norme, tenuto conto delle reali condizioni di conservazione delle strutture, e quindi proporre una scala di priorità degli interventi di manutenzione straordinaria, idonei a restituire una nuova durata di vita alla struttura, nel rispetto dei margini di sicurezza accettati dalla Comunità.

Si tratta di interventi mirati, soprattutto nei riguardi della resistenza ultima, della ulteriore durabilità nonché della robustezza, venendo invece ad assumere in generale un ruolo di minore importanza quelli relativi ad alcuni aspetti della funzionalità, che non condizionino l’esercizio ordinario delle opere”.

Una piccola pausa, non per la pubblicità, ma solamente per la curiosità di conoscere il titolo dell’ultimo libro letto. La risposta è immediata e sincera: “The circle” di Dave Eggers, uno dei romanzi contemporanei di maggior successo, a metà tra il genere distopico e quello fantascientifico, che ha anche avuto recentemente una trasposizione cinematografica con le parti dei protagonisti affidate a Emma Watson e Tom Hanks. Passiamo quindi alla domanda successiva…