Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Madeira, il paradiso del tunnelling

Sull’isola portoghese, che ha una superficie di meno di 1/10 della Corsica, sono state realizzate 180 gallerie - di cui dieci con lunghezze superiori a 2 km -, per un’estesa totale di oltre 100 km

sfondo madeira

Madeira è la principale isola dell’omonimo arcipelago, regione autonoma portoghese situata nell’Oceano Atlantico a Nord delle Isole Canarie. È conosciuta come il paese dell’eterna primavera: lambita dalla Corrente del Golfo, ha temperature che oscillano tra i 16 e i 25 °C nel corso dell’anno e il clima favorisce la crescita di fiori e frutti tropicali oltre che dei vigneti, da cui si ricava l’omonimo celebre vino.

Un tempo era ricoperta di foreste (Ilha da Madeira è traducibile infatti come “Isola del legno”) e i boschi di laurisilva, nella parte settentrionale, sono oggi patrimonio dell’UNESCO. L’isola è però conosciuta anche dal punto di vista ingegneristico, specialmente per il suo aeroporto e i suoi tunnel.

  • Aeroporto
    1 madeira
    La VR1 sotto il prolungamento della pista dell’aeroporto Cristiano Ronaldo
  • condotte
    2 madeira
    L’ubicazione dei “tuneis antigos” nell’isola di Madeira
  • Portale
    3A madeira
    Il vecchio e il nuovo tunnel Fajã da Areia (TA4), completati rispettivamente nei primi anni Cinquanta e nel 1984: sopra ai portali sulla sinistra si nota l’antica Estrada Real 23
  • illuminazione
    3B madeira
    Il vecchio e il nuovo tunnel Fajã da Areia (TA4), completati rispettivamente nei primi anni Cinquanta e nel 1984: un particolare dell’essenziale sistema di illuminazione
  • tunnel
    4 madeira
    Quel che resta del Tunnel TA7 Véu da Noiva, collassato nel 2008 per l’azione erosiva dell’Atlantico
  • Corsia
    5 madeira
    Il ponte João Gomes e l’omonima galleria sulla VR1. Sotto si nota il tunnel Pestana Júnior, a tre corsie
  • Galleria
    6 madeira
    I tunnel di Santa Cruz, sulla VR1, hanno una sezione di 179,5 m2
  • Madeira
    8 madeira
    Le gallerie sulla rete viaria regionale (Fonte: Direção Regional de Estradas)
  • prolungamento
    9 madeira
    Il tunnel Ponta Delgada (TA3), a sezione rettangolare (4x4,5 m), fu completato nel 1950
  • traffico
    10 madeira
    I portali orientali del tunnel Fazenda, sulla VR1 nei pressi di Machico
  • Isola
    11 madeira
    Il portale settentrionale del tunnel Faial-Cortado (3.168 m), a sezione maggiorata per ospitare la corsia di accelerazione. Si notino le condotte antincendio a vista
  • Funchal
    12 madeira
    I tunnel Campo da Barca, sulla V1 Cota 40 nel centro di Funchal
  • VR2
    13 madeira
    Il tunnel Ribeiro Real, sulla VR2, ha una pendenza del 12%
  • aeroporto
    15 madeira
    Il portale occidentale del tunnel T3 (1.180 m), completato al rustico, sul futuro prolungamento Ribeira de São Jorge-Arco de São Jorge
  • sfida
    16 madeira
    Il tunnel Engenheiro Duarte Pacheco, nel quale sono in corso i lavori per garantire un’altezza di 5,5 m
  • VE3
    17 madeira
    Il tunnel Lombada dos Marinheiros sul tratto della VE3 che sarà aperto al traffico nel 2019

Per il primo, intitolato al calciatore Cristiano Ronaldo – nativo di Madeira – dopo gli Europei di calcio del 2016, a seguito di diversi incidenti dovuti alla brevità della pista (1.600 e poi 1.760 m) e ai venti, si rese necessaria una ristrutturazione che iniziò nel 1996.

La pista, larga 180 m, venne prolungata di 1.020 m nell’unico modo possibile: costruendo un viadotto a 57 m sul mare sorretto da 186 pile di 3 m di diametro. Quest’opera, che risulta essere il più lungo viadotto dell’isola, ha portato la lunghezza della pista fino a 2.781 m, ed è stata completata il 15 Settembre del 2000. Per quanto riguarda i tunnel, invece, Madeira è nota per avere 1/6 dell’intera rete stradale che si sviluppa in galleria.