Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Ripristino strutturale ad alta quota

B100, la pompa per calcestruzzo e betoncino della Bunker utilizzata dall’Impresa specializzata Te.Via Srl negli interventi di riparazione e manutenzione del viadotto Trigno 2

Nell’ambito della manutenzione programmata di opere d’arte dell’area compartimentale ANAS del Molise l’Impresa Te.Via Srl di Vermezzo (MI), in qualità di affidataria del Consorzio stabile Grandi Lavori Scarl, sta realizzando due importanti progetti seguiti dall’Ing. Roberto Sciancalepore come Responsabile del Procedimento e dall’Ing. Leopoldo Perone come Direttore dei Lavori.

Il primo intervento è sulla S.S. 650 “Trignina”, importante strada di collegamento tra il Molise e l’Abruzzo, e riguarda interventi di riparazione e manutenzione di parti del viadotto Trigno 2, uno dei numerosi presenti su questo importante asse di collegamento.

Il viadotto si compone di 13 campate di circa 75 m per una lunghezza complessiva di 975 m. Le pile sono del tipo monocolonna a sezione rettangolare cava con larghezza costante nel lato di dimensione maggiore e variabile nel lato corto con misure di 10,60×4,7 m in pianta.

  • viadotto
    1 tek
    Il viadotto Trigno 2 sulla S.S. 650
  • Bunker
    2 tek
    La spruzzatura della malta Basf MasterEmaco S 499 FR tramite la B100
  • Tek.sp.ed
    3 tek
    La superficie della pila pronta per l’applicazione della malta
  • Te.Via
    4 tek
    L’impermeabilizzazione della superficie per lavorare su tutta la superficie della pila
  • Ripristino
    5 tek
    Il sistema di ascensore-binario a cremagliera
  • Manutenzione
    6 tek
    La B100 in fase di mescolazione e pompaggio del materiale
  • Pompa
    7 tek
    La B100 durante la preparazione del materiale e il getto del betoncino
  • Betoncino
    8 tek
    Il pompaggio del betoncino con il kit di tubazioni in acciaio
  • Pilastro
    9 tek
    L’armatura aggiuntiva del pilastro
  • Mescolazione
    10 tek
    La Te.Via può contare su uno staff tecnico di 30 operatori tecnici specializzati
  • Getto
    11 tek
    La centralina oleodinamica e la pompa B100 collegate mediante la tubazione flessibile con innesti rapidi

Il secondo intervento riguarda il rinforzo strutturale sul viadotto di scavalco del fiume Trigno a Montenero di Bisaccia (CB) sulla S.S. 16 “Adriatica”. Il lavoro, in una delle sue parti, ha riguardato l’incamiciatura delle 19 pile costituite da due telai composti a loro volta da file di sei colonne di sezione quadrata (di 1×0,60 m) di altezza pari a 4,40 m.

Si tratta di un intervento di rinforzo strutturale ottenuto con l’incamiciatura delle colonne aumentandone lo spessore di 10 cm e utilizzando betoncino a elevata resistenza additivato a fibre d’acciaio pompato in casseri.