Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

L’analisi deformativa degli scavi di adeguamento di una galleria esistente

L’intervento, lo studio e le analisi effettuate nell’ambito dei lavori di adeguamento a sagoma della galleria Olmata

La procedura adottata per la progettazione dell’intervento, finalizzato all’ampliamento delle dimensioni della galleria e alla rigeometrizzazione del tracciato al fine di garantire il libero passaggio di persone e merci, è stata la seguente:

  • ricostruzione dello stato di fatto della galleria e del contesto geologico-geotecnico in cui si sviluppa, mediante una intensa campagna indagini e di rilievo;
  • ricostruzione geometrica 3D dell’infrastruttura e valutazione delle interferenze geometriche con le sagome limite (in accordo con il manuale di progettazione delle opere civili: sagome e profilo minimo degli ostacoli – RFI DTC SI CS MA IFS 003 A);
  • valutazione delle condizioni di regimentazione delle acque a tergo del rivestimento;
  • soddisfacimento degli standard di sicurezza e stabilità delle opere sia durante l’esecuzione dei lavori che a lavori ultimati, limitando l’impatto con l’esercizio ferroviario e dunque nel rispetto delle tempistiche di esecuzione degli interventi messe a disposizione dall’Ente appaltante;
  • parzializzazione dell’intervento per contenere deformazioni e non indurre sollecitazioni eccessive sui rivestimenti anche in accordo con le esigenze di esercizio ferroviario.

A valle dei suddetti vincoli progettuali, sono state stabilite le seguenti tipologie di intervento, suddivise in due differenti fasi temporali per esigenze di servizio della linea ferroviaria. 

La fase 1

  1. Riempimento delle cavità a tergo del rivestimento mediante iniezioni di malta;
  2. consolidamenti del rivestimento mediante iniezioni di resine epossidiche;
  3. scavo e realizzazione di paratie di micropali, collegate da opportuno cordolo, propedeutiche alla fase di scavo (prevista nella fase 2) per l’abbassamento della piattaforma ferroviaria e successivo ripristino della piattaforma ferroviaria.

La fase 2

  1. Posa in opera di sistema di chiodatura radiale (VTR) propedeutica alla fresatura del rivestimento;
  2. posa in opera di sistema di chiodatura radiale (acciaio) permanente e placcaggio in calotta mediante calastrellature in acciaio;
  3. scavo per abbassamento del piano ferroviario;
  4. posa in opera di sistemi di drenaggio e relative canalette di scolo;
  5. ripristino della piattaforma ferroviaria e posa in opera di intonaco armato di spessore medio 5 cm.