Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Perforazioni apprezzate nel mondo

Bauer Macchine Italia: il gigante lavora a Parma. Utilizzando una Bauer BG45 - la più grande macchina da pali che abbia mai operato in Italia - I.CO.P. sta realizzando le fondamenta del nuovo magazzino automatico Barilla nello stabilimento di Parma

sfondo bauer

Per mantenere i valori di cedimento della platea entro i limiti del progetto, e stata pensata una platea in calcestruzzo armato di 148×45 m e uno spessore di 1 m, con pali trivellati da 1.000 mm di diametro disposti su una maglia rettangolare di 5,5×5,3 m e con lunghezze variabili di 39, 48, 50 e 63 m.

Nello specifico, i pali sono realizzati con la tecnologia del palo trivellato rivestito con camicia metallica per sostenere il foro; non e previsto l’uso di fanghi bentonitici. I pali del nuovo magazzino sono utilizzati come consolidamento del terreno per la riduzione e regolazione del cedimento, senza funzione strutturale. L’armatura dei pali non e collegata alla platea.

Preliminarmente all’esecuzione dei pali, I.CO.P. procede con l’inghiaiamento per la creazione del piano di lavoro da cui installare le colonne di calcestruzzo, attraverso la posa e la compattazione di uno strato di ghiaia/spaccato di ghiaia di 70-80 cm. Buona parte delle colonne di consolidamento sono immorsate negli strati di terreno profondi a minore compressibilità, ossia nei livelli ghiaiosi rigidi.

L’escavazione del terreno per la creazione dell’alloggiamento della colonna e effettuato con un bucket, preceduto nel suo avanzamento da una camicia metallica per sostenere il foro. In prossimità del tetto degli strati ghiaiosi, per evitare fenomeni di sifonamento, il foro e riempito di acqua pulita e la camicia metallica e mantenuta a una quota fuori terra rispetto al piano di lavoro per garantire una contro-pressione sufficiente a bilanciare la pressione dovuta alle eventuali condizioni artesiane della falda contenuta nelle ghiaie.

Il tutto al fine di tutelare il corpo acquifero degli strati ghiaiosi. Tra il nuovo magazzino e il magazzino prodotti finiti C verrà realizzato un corpo di collegamento di circa 10 m di lunghezza e 45 m di larghezza. Il fabbricato avrà struttura in carpenteria metallica e fondazione a platea in calcestruzzo armato gettato in opera collegato alla platea di fondazione del magazzino automatico.

Il fabbricato di ingresso pallet (Isola Ingressi) avrà una superficie di circa 2.000 m2 e sarà dotato di sei baie di carico. Il collegamento fra il nuovo edificio e il magazzino esistente sara garantito da un tunnel sospeso. Le fondazioni del nuovo edificio prevedono plinti in calcestruzzo armato gettato in opera collegati tra loro. In cantiere operano 22 persone, tra Operai e Tecnici e il lavoro e organizzato con un doppio turno di scavo (cioè 20 ore al giorno).