Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Pronti a decollare con SmoothRide

Un chilometro di pista di volo completamente ricostruito in quattro giorni

Quando la tecnologia aiuta

Un impegno che, a prescindere dall’esperienza sviluppata su altri lavori simili che la Costruzioni Generali Infrastrutture ha già svolto, è stato affrontato grazie all’aiuto della tecnologia partendo dal progetto e dall’interazione fra quanto previsto e le macchine impiegate per realizzarlo (https://www.topconpositioning.com/construction/asphalt-paving#panel-solution-36896).

“Abbiamo deciso di utilizzare il sistema integrato di Topcon – ha asserito in cantiere l’Ing. Ferrara – perché abbiamo concretamente riscontrato che poteva fornirci un notevole vantaggio in termini di precisione di intervento, di coordinamento dei mezzi impiegati e di ottimizzazione del progetto”.

Per raggiungere risultati di questa importanza occorre che, prima di tutto, ci sia ampia collaborazione fra Stazione Appaltante, Direzione Lavori (in questo caso coincidente anche con il Progettista) e Appaltatore.

“Il dialogo costruttivo che si è instaurato fra gli attori del processo – spiega l’Ing. Ferrara – ha portato a valutare in modo positivo l’apporto che i sistemi integrati SmoothRide di Topcon, già usati di recente per il rifacimento della pista dell’aeroporto di Francoforte, potevano fornire al nostro cantiere”. Si è quindi deciso di scansionare la superficie dell’intera pista aeroportuale, nelle ore di chiusura notturna, con lo scanner RDM1.

Questo ha fornito la esatta rappresentazione in 3D della superficie della pista nel suo stato di fatto. Una volta ottenuta la superficie effettiva grazie al software Magnet Collage sviluppato da Topcon, si è potuto collocarla nello spazio in modo preciso rispetto a dei punti fissi.

Il confronto con il progetto previsto, sempre in 3D, ha permesso di ottimizzare i raccordi fra le superfici della pista, i raccordi laterali di accesso (Golf e Taxi) e di capire dove era possibile operare dei miglioramenti e delle efficienze; tutta la riprogettazione della pavimentazione è stata eseguita con il software Magnet Resurfacing di Topcon.

Il software di Topcon parte dal concetto fondamentale della massima operatività richiedendo strumenti hardware non eccessivamente potenti grazie alla snellezza della sua struttura interna. “L’elaborazione delle superfici scansionate – ha spiegato Cristiano Volz, Product Sales Manager Construction di Topcon – viene eseguita in tempi molto rapidi. È quindi possibile eseguire un confronto fra stato di fatto e progetto andando a correggere eventuale errori, a rivedere alcune soluzioni progettuali e a ottimizzare le sezioni sulla base di considerazioni operative”.