Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Pronti a decollare con SmoothRide

Un chilometro di pista di volo completamente ricostruito in quattro giorni

Piena integrazione delle fasi del cantiere

La piena integrazione fra progettazione, controllo ed esecuzione è un elemento di grande valore aggiunto dello SmoothRide Topcon che va nella direzione del controllo della qualità nei lavori stradali.

“Questo lavoro ha messo in luce tutte le potenzialità del sistema integrato Topcon – ha spiegato l’Ing. Ferrara -, consentendo un dialogo aperto e costruttivo fra tutte le figure coinvolte nell’appalto.

All’inizio noi stessi eravamo titubanti e la disponibilità di Topcon di testare sul campo la validità del Machine Control è stata fondamentale per avallare l’investimento. Abbiamo infatti provato la scarifica, seguendo un progetto che prevedeva diverse pendenze e contropendenze, su una superficie preparata appositamente in modo molto disomogeneo. La velocità, la precisione esecutiva e la semplicità di utilizzo ci hanno definitivamente convinti”.

Nel caso della pista dell’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, risultava poi fondamentale garantire la massima sicurezza degli aeromobili in fase di decollo edi atterraggio: l’intervento sotto la guida dello SmoothRide di Topcon ha permesso di ottimizzare ulteriormente il raccordo delle livellette fra pista e raccordo Golf, ottimizzando così lo sgombero sicuro e rapido degli aeromobili dopo l’atterraggio.

Oltre al rifacimento della pavimentazione, la Costruzioni Generali Infrastrutture ha provveduto anche alla completa ricostruzione degli scoli laterali delle acque meteoriche oltre ad altre opere accessorie. Il controllo delle quote fornito dal sistema ha permesso di ottimizzare anche le fasi di questi cantieri, collaterali all’opera principale ma non meno importanti, che riguardano le infrastrutture impiantistiche e hanno forti ripercussioni sulla sicurezza.

La sempre maggiore diffusione di tecnologie come quella dello SmoothRide di Topcon porterà a un forte miglioramento della qualità delle opere infrastrutturali. Ci auguriamo che anche le Stazioni Appaltanti, come nel caso dell’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, siano propositive verso queste tecnologie.