Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’ora della sovranità europea

Il Presidente della Commissione Europea ha pronunciato l’annuale discorso sullo stato dell’Unione davanti al Parlamento Europeo

sfondo unione

Il Presidente Juncker ha incentrato il suo intervento sul ruolo dell’UE sulla scena internazionale, senza riferirsi in particolare alle iniziative già prese ma proiettandosi nel futuro, rivelando la sua visione europea per i prossimi anni. Un discorso basato sull’attualità, sul sociale e con poche cifre, del quale riportiamo gli argomenti principali. 

  • Commissione
    1 unione
    La Commissione vuole sviluppare il ruolo dell’Euro sui mercati internazionali
  • Ministro
    2 unione
    Federica Mogherini, il “Ministro degli Esteri” europeo
  • Brexit
    3 unione
    La questione della frontiera irlandese è al centro dei negoziati per la Brexit

Economia

L’Europa si è gettata definitivamente alle spalle la crisi economica e finanziaria e la sua economia cresce ormai da 21 trimestri consecutivi. È tornato il lavoro: dal 2014 sono stati creati quasi 12 milioni di nuovi posti di lavoro. In Europa i lavoratori, uomini e donne, non sono mai stati tanto numerosi: 239 milioni.

La disoccupazione giovanile è al 14,8%: una percentuale ancora troppo alta, ma che tocca il livello più basso dal 2000. In Europa sono tornati gli investimenti, soprattutto grazie al Fondo europeo per gli investimenti strategici (il cosiddetto “Piano Juncker”), che ha mobilitato 335 miliardi di investimenti pubblici e privati.

L’Europa ha anche riconquistato il suo status di potenza commerciale. Oggi l’Unione Europea ha accordi commerciali con 70 Paesi e rappresenta il 40% del PIL mondiale.