Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’evoluzione tecnologica delle lavorazioni stradali

Il mescolatore Ecotech 2.90 EVO è una macchina per la produzione di conglomerati cementizi e bituminosi a freddo. Si compone di una serie di sotto-gruppi comuni a tutte le macchine Bertoli e di una serie di accessori che la rendono unica

La tramoggia di stoccaggio del legante idraulico

Come quella degli inerti, anche la tramoggia del legante è “pesata” per garantire con un discreto grado di garanzia la certezza di estrarre la quantità voluta del legante stesso. Il sistema di estrazione è questa volta costituito da una coclea motorizzata a giri variabili e retro-azionata con sensori Bertoli Giro-Puls.

Questa viene solitamente interfacciata ad un silos esterno di stoccaggio di maggiore capacità, di tipo orizzontale o verticale di fornitura Bertoli, che consente di alimentare costantemente la tramoggia stessa in continuo senza interruzione della produzione. La gestione elettronica del sistema di ricarico è integrato nel software standard e, pertanto, non vi sono costi maggiorati per il Cliente.

Il miscelatore bialbero

La fase di miscelazione è di certo il cuore di tutto il sistema che porta alla realizzazione di un prodotto di qualità. L’unità scelta per l’occasione è un robusto mixer bialbero sincrono controrotante di produzione Bertoli.

Il Twin.Mmix 90 – nome commerciale dell’unità di miscelazione – è in grado, in condizioni “normali”, di spingersi leggermente oltre i 90 m3/ora di produzione continua di conglomerato. Con questi numeri, è possibile completare lavori di infrastrutture nel minor tempo possibile. Il sistema si caratterizza per la presenza di una robusta gear-box alimentata elettricamente e che permette la rotazione sincrona degli alberi corredati da una doppia fila di elementi mescolanti intercambiabili.

Per garantire il monitoraggio del sistema e facilitare pertanto la manutenzione è stata progettata una cassa ispezionabile attraverso portelle di ispezione sensorizzate con interruttori di sicurezza. Per quanto riguarda invece la manutenzione ordinaria, ovvero la pulizia a fine lavoro o tra una produzione e un’altra, è presente un sistema di lavaggio gestito con programma automatico.