Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Rabat Agdal, una stazione per la modernità

GCF in festa in Marocco per l’Alta Velocità

sfondo gcf

È avvenuta l’inaugurazione ufficiale della stazione di Rabat Agdal. Sua Maestà Mohammed VI, Re del Marocco, contestualmente al varo del primo treno ad Alta Velocità del continente africano, ha voluto celebrare formalmente e in prima persona la sfolgorante stazione ferroviaria della Capitale marocchina, invitando all’evento le Imprese scelte da ONCF (Ferrovie del Marocco) per l’esecuzione dell’opera: l’Impresa marocchina TGCC per le opere civili e la Generale Costruzione Ferroviarie per l’intero ventaglio delle opere tecnologiche. 

  • stazione
    1 gcf
    I primi lavori sul piazzale lato Sud della stazione di Rabat Agdal, a inizio 2017
  • Omnia
    2 gcf
    Uno dei carri di tesatura impiegati da GCF per la realizzazione delle nuove linee di contatto
  • Rabat Agdal
    3 gcf
    Una profilatrice e una rincalzatrice impegnate nella fase finale dell’armamento ferroviario
  • armamento ferroviario
    4 gcf
    Il nuovo sistema di elettrificazione realizzato con innovative strutture di supporto a portali attrezzate con mensole di tipo “Omnia”
  • binario
    5 gcf
    Lo schema del sistema portale e della mensola Omnia adottata presso la Rabat Agdal
  • elettrificazione
    6 gcf
    Le gallerie a doppio binario sottostanti la nuova stazione di Rabat Agdal
  • gallerie
    7 gcf
    Il moderno ingresso principale della nuova stazione della Capitale

Un paese al passo con l’Alta Velocità

“Un privilegio e un grande motivo di orgoglio – commenta per GCF il Direttore dei Lavori, Ing. Maurizio Simeone – oltre che di massima soddisfazione per aver contribuito a realizzare un progetto che per il Marocco ha una valenza centrale”.

La cerimonia di inaugurazione ha fatto seguito al varo della linea Alta Velocità Tangeri-Kenitra – a cui ha presenziato il Presidente francese Emmanuel Macron -, la prima dell’intero continente africano.