Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Conglomerati a freddo in economia

Una grande novità nel campo degli impianti mobili in grado di produrre calcestruzzi, misti cementati e malte: è l’impianto mobile A240 della Blend, utilizzato per la rigenerazione dell’asfalto a freddo e per la stabilizzazione dei terreni con calce o cemento, che garantisce l’assoluto rispetto della ricetta compositiva al pari di un impianto per la produzione di conglomerato a caldo

sfondo blend

Le miscele riciclate a freddo mostrano un comportamento meccanico caratterizzato da un bilanciamento tra flessibilità, propria dei conglomerati bituminosi a caldo, e rigidezza, tipica dei materiali granulari stabilizzati con leganti idraulici, il che permette di massimizzare la durata a fatica della pavimentazione sotto i carichi da traffico.

Oggi le Imprese stradali richiedono ai Costruttori macchine e impianti con alta flessibilità produttiva per poter approntare in cantiere le miscele a freddo studiate in laboratorio e poste in capitolato per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria sulle opere viarie.

Con questa filosofia, Blend ha affrontato con i propri Progettisti lo studio e la realizzazione del nuovo A240 che, con la grande capacità produttiva di 240 t/ora di miscele a freddo, può adattarsi facilmente a qualsiasi situazione.

La sua straordinaria versatilità gli permette di compiere una grande varietà di operazioni:

  • produzione di misti cementati, calcestruzzi di qualità e malte;
  • rigenerazione del fresato di asfalto a freddo con emulsione di bitume;
  • stabilizzazione di terreni con cemento, calce e calce-cemento;
  • inertizzazione di terreni inquinati;
  • miscelazione di torbe con sabbie e lapilli;
  • produzione da 15 a 120 m3/ora.