Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Nuove soluzioni per la scarifica speciale

La nuova GTF 250 RC è una macchina unica nel suo genere che assicura precisione e flessibilità nelle scarifiche speciali del calcestruzzo ammalorato, così come in altre applicazioni

La GTF 250 RC è dotata anche di un efficiente sistema di abbattimento delle polveri con ugelli ad alta pressione e offre una perfetta rispondenza del radio controllo ai comandi dell’operatore. Se necessario, può essere anche videoassistita, consentendo così il controllo da uno speciale furgone attrezzato con monitor ad alta risoluzione, che riceve il segnale da due telecamere posizionate in punti che offrono la migliore inquadratura: una soluzione che garantisce all’operatore una perfetta visione dell’area di lavoro senza però esporlo ad eventuali pericoli derivanti dalla particolare situazione operativa.

Sempre per aumentare la sicurezza, la GTF 250 RC è dotata inoltre di una serie di sensori di prossimità, sistemati nella parte frontale dell’autocarro, che rilevano qualsiasi ostacolo posto a meno di 1 m, e se necessario provvedono a fermare automaticamente la traslazione.

Flessibilità operativa per la scarifica e per le altre applicazioni

L’architettura della macchina, la conformazione del braccio e l’attrezzatura dotata di tamburi fresanti facilmente sostituibili di diverse larghezze rendono la GTF 250 RC risolutiva per la scarifica di diverse superfici in calcestruzzo, quali ad esempio i muri di contenimento. Per questa particolare applicazione, la GTF 250 RC offre il vantaggio di occupare una porzione decisamente più limitata della viabilità su cui sta operando, perché può lavorare entro una distanza minima di soli 5 m.

Lo scorso Novembre la GTF 250 RC è infatti intervenuta sull’A14 in prossimità dell’uscita di Vasto Nord, dove ha scarificato 4 cm di un muro di contenimento lungo 210 m, con altezze variabili, tra un minimo di 1,25 m e un massimo di 3,70 m.