Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Le prestazioni di sicurezza della segnaletica stradale – seconda parte

Il ruolo dei dispositivi segnaletici, orizzontali e verticali, influenzano le scelte di guida e, in generale, il comportamento complessivo delle diverse categorie di utenti della strada

Laddove la segnaletica orizzontale è ben visibile e correttamente tracciata sulla superficie stradale, gli utenti utilizzano le corsie disponendosi correttamente, mentre dove è presente spesso a tratti e in maniera disomogenea, buona parte dei conducenti si dispone in maniera non corretta lungo la sezione trasversale.

Quest’ultimo caso induce gli Analisti a evidenziare il rischio di incidenti per urti laterali o per tamponamento; ciò trova riscontro sia nel comportamento degli utenti i quali, durante il test, mostrano di non seguire traiettorie coerenti con l’andamento dell’asse stradale, sia dalle dichiarazioni degli stessi in merito alla scarsa percezione della segnaletica a terra.

La segnaletica orizzontale sulle rampe e sulle corsie di approccio alle aree di svincolo

Le implicazioni della segnaletica orizzontale sulla condotta di guida sono particolarmente rilevanti anche in corrispondenza delle zone d’intersezione. Nel caso dello svincolo denominato Intersezione n° 1, si sono potute trarre le seguenti considerazioni:

  1. laddove la segnaletica orizzontale presente sulle rampe manifesta caratteristiche fotometriche scadenti e risulta coperta da vegetazione incolta, gli utenti mostrano un comportamento che, seppur giudicato poco rischioso, è in ogni caso fortemente correlato con le condizioni della segnaletica;
  2. quando le strisce di margine delimitanti le corsie di entrata e di uscita sulla direttrice principale sono in ottimo stato, la maggior parte degli utenti manifesta un comportamento di guida compatibile con le informazioni derivanti dalla “lettura” della segnaletica, muovendosi secondo traiettorie uniformi;
  3. quando la segnaletica orizzontale non è coordinata con quella verticale, gli utenti sono portati a disattendere le informazioni del segnale verticale, anche se questo è in buone condizioni di visibilità e leggibilità. In questo caso il grado di correlazione è elevato: l’analisi di sicurezza, infatti, evidenzia il rischio di incidenti per tamponamento o per scontri laterali e, a conferma di tale rischio presunto, si riscontra un’elevata percentuale di utenti (70%) che non sceglie la corretta corsia.
Conclusioni

È noto come il ruolo della segnaletica stradale sia spesso oggetto di interpretazioni alquanto controverse.

Si è ritenuto dunque necessario e al contempo stimolante introdurre un approccio sperimentale mirato alla comprensione delle reali implicazioni della segnaletica sul comportamento di guida degli utenti della strada.

Con il presente contributo si è riusciti a dimostrare come le prestazioni di sicurezza della segnaletica condizionino in maniera particolarmente rilevante il comportamento degli utenti che percorrono i vari elementi di un tracciato stradale. Ciò prova l’importanza sia di predisporre piani di segnalamento tanto ragionati quanto rispettosi delle indicazioni della Normativa, sia di adottare azioni di manutenzione della segnaletica stradale che, a fronte di costi sicuramente non proibitivi, permettono di garantire idonei standard di sicurezza.