Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

La prima metropolitana leggera ad Aarhus

Il primo progetto ferroviario leggero della Danimarca si chiama Aarhus Light Rail e riguarda un’infrastruttura strategica alla quale è affidato lo sviluppo della seconda città danese per popolazione e dell’intera regione dello Jutland Centrale

Competenze ed espedienti in sincrono

La nuova linea metropolitana urbana attraversa in doppio tracciato l’intera città, partendo da Nørreport (a Nord della stazione centrale) collegando le aree più frequentate della città: la biblioteca Dokk1, la Aarhus University, il grandioso polo ospedaliero universitario, le località in forte espansione di Skejby e Lisbjerg.

Completato in soli 27 mesi, l’armamento ferroviario è stato realizzato da GCF – Generale Costruzioni Ferroviarie parte su calcestruzzo e parte su ballast, ricorrendo a strategie logistiche, soluzioni ingegneristiche ed espedienti tecnici di volta in volta sperimentati e messi in atto per far fronte alle questioni poste in essere dal clima spesso proibitivo, dal traffico ininterrotto di autovetture e biciclette, dal contesto architettonico e da tempi progettuali strettissimi.

Per realizzare i 15 km complessivi di linea urbana si sono dovuti movimentare circa 13.000 m3 di calcestruzzo, più di 300 t di rotaie, costruire 46 deviatoi, attraversare 14 grandi intersezioni, edificare le banchine per 19 nuove fermate, ideare soluzioni innovative e progettare finiture diversificate della pavimentazione (asfalto, pavé, erba) in modo da integrare al meglio i binari nei variegati contesti architettonici cittadini.

La logistica ha costituito quindi un aspetto particolarmente importante del cantiere per la necessità di organizzare e gestire in modo adeguato la movimentazione dei mezzi pesanti e delle forniture dei materiali e di calcestruzzo, riducendo al minimo l’impatto sul traffico cittadino del centro. Aspetto non secondario dell’armamento ferroviario in ambiente urbano, inoltre, è stata la necessità di progettare soluzioni antivibrazione e fonoassorbenti atte a mitigare al massimo il rumore tramite l’impiego di binari su platea flottante con l’inserimento di materassini antivibranti.

Un moderno centro di manutenzione e controllo

A Sud-Ovest, su un’area di circa 5.200 m2 collegata con binario dedicato alla stazione centrale di Aarhus, il progetto Letbane ha visto la Società GCF – Generale Costruzioni Ferroviarie direttamente impegnata anche nella progettazione e nella realizzazione “chiavi in mano” del centro di manutenzione e controllo (CMC – Control Maintenance Centre).

I lavori, iniziati ad Aprile del 2015, sono stati consegnati nel Luglio 2016. Qui hanno ora sede gli uffici direzionali e di gestione del traffico metropolitano del Network Control Centre, oltre che le officine di manutenzione, di lavaggio e di controllo dei veicoli. Inoltre, irradiate da circa 2.000 m di binario su ballast, le aree di manovra e di stazionamento dei veicoli e il deposito sono in grado di ospitare al coperto 16 dei 26 tram e tram-treni.