Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

TRANSPOTEC LOGITEC: le anticipazioni della prossima edizione

Si avvicina a pieno ritmo la nuova edizione della Manifestazione di riferimento per il mercato italiano dell’autotrasporto organizzata da Fiera Milano che si terrà a Verona dal 21 al 24 Febbraio 2019. Intanto, il 28 Novembre 2018, a Milano si terrà un Convegno sul futuro del settore

sfondo transpotec

Motori di ultima generazione, veicoli studiati per ridurre al minimo i consumi o soluzioni ibride sono in continuo sviluppo, soprattutto per rendere più profittevole il trasporto sull’ultimo miglio.

Efficienza però significa anche lavorare in comodità e sicurezza, grazie a strumenti in grado di aiutare l’autotrasportatore a svolgere al meglio il suo compito: qui entrano il gioco il comfort e la semplicità d’uso dei mezzi, ma anche una caratteristica meno materiale come la connettività, che consente di razionalizzare viaggi e tempi di percorrenza, coordinandosi con la flotta, monitorando il veicolo anche da remoto in ogni momento.

Un’area focalizzata sulla logistica completerà la filiera dell’autotrasporto aprendo la manifestazione a tutte le proposte legate a questo comparto, sempre più integrato all’attività di trasporto merci e altamente strategico per l’ottimizzazione degli investimenti.

L’aggiornamento professionale e la visione sulle prospettive del mercato saranno garantite da un ampio palinsesto di eventi formativi che si sta sviluppando grazie alla rinnovata collaborazione con le maggiori realtà del settore: Editori, Associazioni, Società di servizio vicine al mondo del trasporto. Infine, test drive ed esperienze dirette permetteranno di comprendere fino in fondo i nuovi mezzi e le tecnologie oggi in campo.

Autotrasporto e sicurezza delle strade per il progresso del Paese

L’autotrasporto è una risorsa strategica per l’intero sistema economico italiano, dove l’86,5% delle merci viaggia su gomma (in Europa è il 76,4%, fonte Eurostat).

La cronaca degli scorsi mesi ha messo in risalto l’importanza di questo settore, che rappresenta una variabile determinante per migliorare gli standard di sicurezza sulle nostre strade, in un periodo particolarmente delicato per le nostre infrastrutture e per tutti i soggetti chiamati a decidere intorno ad esse.

La sicurezza delle strade, la tutela delle merci trasportate, ma anche la sostenibilità ambientale passano, infatti, anche dalla capacità di innovare un comparto che sente sempre più forte l’urgenza di svecchiare il parco mezzi (in Italia l’età media dei veicoli pesanti è di circa 11,3 anni secondo UNRAE) e che proprio da una maggiore diffusione delle nuove tecnologie – dai sistemi di assistenza alla guida alle alimentazioni alternative – può trovare nuova linfa, contribuendo in parallelo al benessere di tutta la società, sia in termini di sicurezza sulle strade che di sostenibilità.

La competenza espressa da questo settore rappresenta infatti una vera e propria risorsa nel dialogo con le istituzioni sullo sviluppo delle infrastrutture e delle reti stradali, offrendo un punto di vista importante sulle strategie da adottare.

In questo contesto, la sinergia tra i Costruttori, le Associazioni degli autotrasportatori, i Media e le Istituzioni si rivela un necessario punto di partenza per una nuova e visione comune e una strategia condivisa che sostenga il settore in un’ottica di sistema. E TRANSPOTEC rappresenterà il contesto ideale in cui creare occasioni di incontro e confronto.

Aspettando TRANSPOTEC LOGITEC con un Convegno sugli scambi Italia-Cina

Nel percorso verso TRANSPOTEC, un anticipo della riflessione sulle criticità che l’autotrasporto è chiamato ad affrontare, ma anche sulle opportunità che deve saper cogliere si avrà con “China Change, China Chance”, il Dragone nel Mediterraneo: nuove opportunità e scenari per l’economia italiana, evento che si terrà in Fiera Milano il prossimo 28 Novembre (Centro Congressi Stella Polare, Sala Martini, ore 10.00), che con un approccio innovativo farà emergere luci e ombre di un nuovo scenario di business.

Organizzato da TRANSPOTEC LOGITECLAB – laboratorio di contenuti che idealmente riunisce gli appuntamenti formativi legati alla manifestazione – e realizzato con il supporto tecnico-scientifico di Passion4Mobility, “China Change, China Chance” si propone come momento di incontro della community dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture nel percorso verso TRANSPOTEC 2019.

Una giornata di approfondimento, ma anche una “experience” per calarsi in una realtà culturale differente. Un format originale consentirà di rivisitare un Paese in continua e rapida trasformazione. La Cina ormai da tempo non è più un Produttore conto Terzi a basso costo, e nemmeno un acquirente acritico del Made in Italy, ma un player geopolitico a tutto campo che ha scelto il Mediterraneo come teatro per mettere in atto le proprie strategie in campo commerciale e nelle infrastrutture di trasporto e logistica.

L’evento si propone dunque di fornire agli operatori della filiera nazionale della logistica e dei trasporti una vision a 360° dell’attuale contesto, delle opportunità e strategie di crescita. Una lettura senza preconcetti e innovativa del rapporto Italia-Cina, supportata dall’analisi del mercato, ma anche da un’attenta interpretazione dello scenario e della mentalità imprenditoriale cinese.

L’evento mostrerà una fotografia e un’analisi delle mosse cinesi nel Mediterraneo e nel Vicino Oriente, dal punto di vista logistico ed infrastrutturale, per poi restringere il campo al nostro Paese. L’obiettivo è cogliere il posto dell’Italia nella strategia commerciale del gigante asiatico da un punto di vista attivo, ossia nella prospettiva dell’ambizione che il nostro Sistema Paese da diverso tempo afferma, di voler essere l’hub logistico del Mediterraneo e la via d’accesso più conveniente ai mercati dell’Europa Centrale e Settentrionale.

L’agenda di China Change prevede interventi di protagonisti italiani e cinesi, istituzionali e associativi, impegnati nel dialogo e nel confronto tra i due Paesi, Studiosi ed Esperti di logistica e geopolitica, esponenti di realtà economiche cinesi operanti in Italia e italiane con un rapporto continuo con quel mercato.

Gli interventi, sia frontali che in modalità talkshow, saranno inseriti in uno scenario basato su finestre aperte sul mondo e la cultura cinesi, in grado di fornirne un quadro non convenzionale ma rivelatore.