Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il punto sul Terzo Valico

L’opera si inserisce nel Corridoio Reno-Alpi - uno dei quattro del TEN-T Core Network che interessano l’Italia -, che metterà in comunicazione il Mediterraneo con il Mare del Nord da Genova a Rotterdam

sfondo TerzoValico

Il Terzo Valico si sviluppa in direzione Sud-Nord fra Genova (Bivio Fegino) e Tortona. L’infrastruttura si estende per 53 km, di cui oltre 37 in galleria, e consentirà il transito di treni merci più pesanti, lunghi sino a 750 m e con container alti 4 m allo spigolo.

I 37 km in sotterraneo sono costituiti principalmente da tre gallerie naturali e da una artificiale. Procedendo dal Bivio Fegino di Genova verso Nord, si incontrano in successione le gallerie naturali Campasso (716 m) a Genova, Valico (27.250 m, a doppia canna) nei comuni di Genova, Campomorone e Ceranesi in Liguria, e Fraconalto, Voltaggio, Gavi e Arquata Scrivia in Piemonte e Serravalle (7.094 m, a doppia canna), nei comuni di Serravalle Scrivia e Novi Ligure in provincia di Alessandria.

  • Terzo Valico
    1 TerzoValico
    Il tracciato del Terzo Valico
  • TBM
    2 TerzoValico
    L’avanzamento dei lavori illustrato alle Autorità durante il sopralluogo del 27 Ottobre
  • Scavo
    3 TerzoValico
    La TBM Daniela a Pozzo Radimero
  • Corridoio Reno-Alpi
    4 TerzoValico
    Il cantiere di Pozzo Radimero
  • Concio
    5 TerzoValico
    La TBM Daniela e i conci da installare

A lavori finiti l’unico tratto all’aperto tra queste gallerie sarà costituito da un chilometro circa fra le gallerie di Valico e Serravalle, in corrispondenza della frazione di Libarna a Serravalle, dove sarà realizzato uno spazio attrezzato per le manovre di soccorso. Tra l’uscita Nord della galleria Serravalle e Tortona la linea si sviluppa in prevalenza all’aperto con l’eccezione della galleria artificiale Pozzolo (1.984 m).

Nella tratta all’aperto tra Novi Ligure e Pozzolo Formigaro, era inoltre prevista la realizzazione del collegamento in galleria artificiale da e per Torino sull’attuale linea Genova-Torino. Le canne delle due gallerie più lunghe sono a singolo binario e collegate da by-pass ogni 500 m.