Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Progettazione, tecniche di costruzione innovative e Professionisti di alto livello

Euroedile, Azienda leader di settore abituata a svolgere lavori “impossibili” in tempi da record, in una notte ha smontato 14.500 pezzi di ponteggio del ponte sul Canal Grande a Venezia

È stata un’impresa da record quella realizzata a Venezia dalla Euroedile Srl di Postioma di Paese (TV – www.euroedile.it), attiva nel settore della progettazione e dell’installazione di ponteggi su grandi opere: un’operazione di ingegneria edile unica al mondo che ha consentito di rimuovere, in poco più 12 ore anziché in 12 giorni, i ponteggi esterni e “scartare” il ponte dell’Accademia sul Canal Grande, il secondo più importante della città lagunare ma il primo, vista la sua particolare struttura, per complessità di allestimento di ponteggi.

  • Euroedile
    1 euroedile
    Lo stato di fatto dei legni prima del restauro
  • ponteggio
    2 euroedile
    Alle ore 17.00 del 24 Agosto 2018 è iniziato lo smontaggio dei ponteggi del ponte Accademia
  • Canal Grande
    3 euroedile
    Un’operazione di ingegneria che ha consentito di rimuovere, in poco più 12 ore anziché in 12 giorni, i ponteggi esterni e “scartare” il ponte dell’Accademia sul Canal Grande
  • laguna
    4A euroedile
    Una fase dello smontaggio del cantiere
  • progettazione
    4B euroedile
    Una fase dello smontaggio del cantiere
  • pensiline
    4C euroedile
    Una fase dello smontaggio del cantiere
  • ponte
    4D euroedile
    Una fase dello smontaggio del cantiere
  • imbarcazioni
    5 euroedile
    Il ponte restaurato, prima dello smantellamento del cantiere
  • Accademia
    6 euroedile
    Il carico su barconi dei ponteggi smontati
  • restauro
    7 euroedile
    Da sinistra, l’Ing. Alessandro Zanatta, Nereo Parisotto e il Geom. Daniele Crosato

Le operazioni per smantellare il cantiere sono iniziate venerdì 24 Agosto 2018 alle 17.00 in punto e si sono concluse alle 6.30 del giorno seguente, dopo una pausa non programmata a causa di un acquazzone abbattutosi la notte sulla laguna.

Quaranta tecnici e operai, sotto le direttive di Nereo Parisotto – ideatore dell’opera -, hanno lavorato in simultanea smontando i 14.500 pezzi del maxi-ponteggio esterno allestito per il restauro dello storico ponte.

Nonostante il violento temporale, sono riusciti a portare a compimento l’eccezionale operazione lavorando intensamente, con determinazione e precisione tipiche di un’Impresa abituata a fare ciò che di consuetudine viene definito impossibile.