Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Incidenti stradali: un quarto avviene nei primi tre minuti di guida

Photo credit: L’Automobile-ACI

(come riportato su Le Strade dell’Informazione)

Lo studio di Dolphin Technologies ha analizzato nel biennio 2018-19 il comportamento di 40000 conducenti

Un incidente stradale su quattro avviene nei primi tre minuti di guida. A dirlo, uno studio del provider telematico austriaco Dolphin Technologies che ha analizzato in un biennio il comportamento di 40mila conducenti per indagare sulle cause dei sinistri. Su 3,2 milioni di spostamenti in auto di 40mila persone nel 2018 e nel 2019, si sono verificati complessivamente 1.986 incidenti.

In particolare, lo studio ha esaminato la durata e la correlazione tra la lunghezza degli spostamenti in auto e la probabilità di un incidente. I dati hanno svelato come la maggior parte degli spostamenti (87%) dura meno di 30 minuti, mentre solo l’1% supera un’ora.

Il rischio più basso di incidente, in termini relativi, è stato rilevato per gli spostamenti di durata compresa tra 10 e 20 minuti. In seguito, il pericolo aumenta in maniera sproporzionata. Se si sta in auto per più di 40 minuti, si corre già due volte e mezzo il rischio rispetto a chi guida per meno di 20 minuti.

Esaminando tuttavia gli spostamenti brevi emerge che il 25% di tutti i sinistri si è verificato durante i primi 3 minuti di guida e un altro 14% nei primi 6 minuti.

“Questo studio dimostra che se potessimo incoraggiare le persone a rinunciare a percorrere brevi distanze in auto, si potrebbe evitare fino al 40% di tutti gli incidenti”, afferma Katharina Sallinger, Chief Data Scientist di Dolphin e responsabile dello studio. “Vogliamo aiutare le persone a circolare in sicurezza. Sapere quale comportamento comporta incidenti ci consente di formulare raccomandazioni mirate e quindi di ridurre al minimo i rischi”.