Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’idrogeno a beneficio dell’intero ecosistema alpino

Un impianto pilota di produzione e distribuzione di idrogeno per autotrazione a Bolzano

La realizzazione dell’impianto pilota per la produzione e la distribuzione di idrogeno a Bolzano rappresenta il primo passo di un più ampio progetto, cioè quello della creazione della tratta autostradale Monaco-Modena, della lunghezza di 650 km, interamente attrezzata per il rifornimento di idrogeno con benefici sull’intero ecosistema alpino.

Immagini

  • L’impianto pilota per la produzione e la distribuzione di idrogeno a Bolzano rappresenta il primo passo di un più ampio progetto
    article_4479-img_1483
    L’impianto pilota per la produzione e la distribuzione di idrogeno a Bolzano rappresenta il primo passo di un più ampio progetto
  • Secondo le stime dell’Unione Europea, nel 2030 circoleranno nel nostro continente oltre 16 milioni di macchine ad idrogeno
    article_4479-img_1484
    Secondo le stime dell’Unione Europea, nel 2030 circoleranno nel nostro continente oltre 16 milioni di macchine ad idrogeno
  • Il Centro è costituito da tre fabbricati con funzioni distinte: il primo ospiterà le apparecchiature per la produzione dell’idrogeno per elettrolisi, il secondo gli spazi riservati allo stoccaggio e ai serbatoi di idrogeno, il terzo le attività organizzative e didattiche
    article_4479-img_1485
    Il Centro è costituito da tre fabbricati con funzioni distinte: il primo ospiterà le apparecchiature per la produzione dell’idrogeno per elettrolisi, il secondo gli spazi riservati allo stoccaggio e ai serbatoi di idrogeno, il terzo le attività organizzative e didattiche
  • L’impianto di produzione portato a regime produrrà 240 normal m3 di idrogeno all’ora per un totale annuo di oltre 2 milioni di m3 di combustibile pulito
    article_4479-img_1486
    L’impianto di produzione portato a regime produrrà 240 normal m3 di idrogeno all’ora per un totale annuo di oltre 2 milioni di m3 di combustibile pulito
  • Il risparmio in termini ambientali sarà pari a 700.000 l di benzina che corrispondono ad oltre 1.600.000 kg di anidride carbonica non emessa in atmosfera
    article_4479-img_1487
    Il risparmio in termini ambientali sarà pari a 700.000 l di benzina che corrispondono ad oltre 1.600.000 kg di anidride carbonica non emessa in atmosfera

All’obiettivo finale, che consiste nel creare le condizioni necessarie a garantire una distribuzione territoriale di punti di approvvigionamento e di distribuzione d’idrogeno per autotrazione, l’Autostrada del Brennero, data la sua ubicazione lungo il Corridoio V Helsinki-La Valletta, può contribuire in modo strategico. 

Secondo le stime dell’Unione Europea, nel 2030 circoleranno nel nostro continente oltre 16 milioni di macchine ad idrogeno, con una graduale sostituzione, entro il 2050, di almeno il 40% del petrolio utilizzato per l’autotrazione.

La struttura per la produzione e distribuzione di idrogeno sorge nei pressi della stazione autostradale di Bolzano Sud, occupando un’area di proprietà di Autostrada del Brennero SpA ad oggi inutilizzata. La Società ha realizzato le strutture e l’impiantistica, mentre l’istituto partecipato IIT sta approntando i necessari impianti di produzione, distribuzione e stoccaggio dell’idrogeno, anche attraverso un importante co-finanziamento del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

IIT (Istituto per Innovazioni Tecnologiche) di Bolzano svolge attività di ricerca, progettazione, implementazione e impiego delle nuove conoscenze e tecnologie, in modo particolare in campo ambientale ed energetico.

L’Istituto è partecipato da Provincia Autonoma di Bolzano, Autostrada del Brennero SpA, Leitner SpA, SEL SpA, SGS Hydrogen Srl, GPI Srl ed Eurac.

Il Centro, costituito da tre fabbricati rivestiti in vetro simili nell’aspetto per tipologia edilizia, assolveranno funzioni totalmente distinte: il primo ospiterà le apparecchiature per la produzione dell’idrogeno per elettrolisi, il secondo gli spazi riservati allo stoccaggio e ai serbatoi di idrogeno, il terzo le attività organizzative e didattiche. Un distributore di idrogeno per autotrazione sarà installato presso il parcheggio a Nord-Est, al di là della bretella autostradale. All’avvio dell’impianto, l’idrogeno verrà utilizzato come combustibile per l’autotrasporto sia allo stato puro sia miscelato con metano (anche per il rifornimento degli autobus pubblici).

L’impianto di produzione portato a regime produrrà 240 normal m3 di idrogeno all’ora per un totale annuo di oltre 2 milioni di m3 di combustibile pulito. La potenza elettrica necessaria per la produzione oraria è stata calcolata in 1.000 kWh di corrente verde idroelettricirca. Il risparmio in termini ambientali sarà pari a 700.000 l di benzina che corrispondono ad oltre 1.600.000 kg di anidride carbonica non emessa in atmosfera.

Le applicazioni per autobus:

  • consumo medio di un autobus a idrogeno: 270 Nm3/100 km (circa 22,6 kg H2);
  • percorso giornaliero medio delle SASA di Bolzano: 210 km;
  • consumo medio giornaliero per autobus ad idrogeno: 567 Nm3/giorno (circa 47,6 kg H2);
  • capacità dell’impianto di gestire almeno dieci autobus a idrogeno in prima fase;
  • capacità dell’impianto di gestire almeno 15 autobus a idrogeno in seconda fase.

Le applicazioni per autovetture:

  • consumo medio di un’autovettura ad idrogeno: circa 20 Nm3/100 km (circa 1,7 kg H2);
  • percorso medio giornaliero di un’autovettura: 40 km;
  • consumo medio giornaliero di un’autovettura ad idrogeno: 8,0 Nm3/giorno (circa 0,67 kg H2); 
  • capacità dell’impianto di gestire almeno 720 autovetture ad idrogeno in prima fase;
  • capacità dell’impianto di gestire almeno 1.080 autovetture a idrogeno in seconda fase.