Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Taxi volanti? Alla Fiera di Milano sulla mobilità del futuro c’è spazio anche per loro

Milano è scattata diverse volte in pole position nella corsa per indicare a tutta Europa e al resto del mondo nuove possibili soluzioni green, meglio se integrate tra loro, dimostrando di rappresentare una straordinaria locomotiva non solo per trainare l’economia del Paese ma anche la sostenibilità, proponendosi come capitale della mobilità del futuro, all’insegna di efficienza e sostenibilità.

Un ruolo che il capoluogo lombardo è pronto a reinterpretare una volta di più offrendo risposte tecnologiche e di sistema concrete attraverso Next mobility exhibition, nuovo evento organizzato da Fiera Milano, che si terrà nel quartiere di Rho dal 12 al 14 ottobre, “accendendo i riflettori sui nuovi mezzi e sistemi di mobilità, già attuali e futuribili, facendo viaggiare i visitatori nelle tecnologie in grado di realizzare soluzioni più inclusive, efficienti e sostenibili”, come ha affermato Luca Palermo, amministratore delegato di Fiera Milano, “con l’obiettivo di sostenere un vero e proprio cambio culturale”.

Un cambio attesissimo, a giudicare dalla “risposta” fornita dal mercato all’invito a partecipare alla prima edizione, con i responsabili di oltre 90 brand, tra cui importanti realtà che stanno guidando questo cambiamento, che hanno già confermato la propria presenza.

Protagonisti dell’evento pronti a mostrare e “raccontare” mezzi full electric e a idrogeno, applicazioni digitali e di intelligenza artificiale pensati su misura per il trasporto pubblico locale, fino a far salire i visitatori “a bordo” di mezzi appartenuti fino a oggi solo ai fumetti e alla fantasia, come gli aerotaxi della urban air mobility.

Un viaggio senza confini in un cambiamento epocale sul quale il Piano nazionale di resislienza e ripartenza ha “puntato qualcosa come 32 miliardi e mezzo di euro per “pulire” il trasporto pubblico locale e che molti progettisti e costruttori si sono candidati a guidare.

A cominciare dai responsabili di brand del settore autobus come Industria Italiana Autobus, Irizar e-mobility, Isuzu Bus Italia, Iveco Bus, Karsan, MAN Truck & Bus Italia, Otokar Europe, Rampini Carlo, Solaris Bus & Coach, Tecnobus, ZF Italia, presenti alla Fiera di Milano con mezzi destinati al trasporto collettivo sia urbano sia turistico, elettrici e a gas, ma anche con una navetta a guida autonoma e, in anteprima, con il primo autobus a idrogeno completamente made in Italy.

Ma alla “prima di NME non hanno voluto mancare neppure i responsabili di A2A, che presenteranno le proprie soluzioni energetiche; del Gruppo ENI, che a Fiera Milano porterà il proprio contributo per un trasporto sostenibile, dai biocarburanti alle proposte di car sharing urbano; di Flixbus (che ha inaugurato tra Brest e Grenoble la linea a biodiesel da colza più lunga d’Europa grazie all’accordo siglato con Volvo Buses, riducendo su questa linea circa il 70% per cento di emissioni di CO2 e fino all’80 per cento di emissioni di particelle fini, garantendo, al tempo stesso, performance elevate).

E, ancora, di Itabus e Marino Bus, aziende pronte a svelare le strade da loro intraprese per i servizi a lunga percorrenza. Fino ai “maghi” dell’intelligenza artificiale applicata alla mobilità. Per renderla sempre più sostenibile e, dunque, intelligente.