Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Per il 2021 il Pil italiano è stimato in crescita del 6%

Da fonti di governo non ci sono notizie alla delega fiscale e all’ipotesi di riforma del catasto.

Per l’anno in corso la crescita è stimata al 6% con un deficit che si attesta al 9,5%. Un punto di Pil da utilizzare tra il 2022 e il 2024, per aumentare ripresa e crescita. Così come si è appreso nel corso della cabina di regia tra il premier Mario Draghi, tra cui il ministro all’Economia Daniele Franco, e i capidelegazione delle forze di maggioranza.

Nessun accenno nel corso della cabina di regia sulla delega fiscale, che al suo interno dovrebbe contenere anche la dibattuta riforma del catasto sulla Nota di aggiornamento del Def. Altre fonti, prima dell’inizio della riunione a Palazzo Chigi, riferivano che la delega fiscale “slitterà sicuramente dopo le elezioni”.