Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Abruzzo: Anas ha completato le opere di protezione sulla SS 5 Tiburtina

Anas, nel mese di agosto, ha completato la realizzazione delle opere di consolidamento delle pendici rocciose e di protezione caduta massi della carreggiata sulla strada statale 5 “Tiburtina Valeria”, in un tratto di circa 2 km all’interno del Parco Regionale Sirente Velino e della Riserva “Gole di San Venanzio”, in provincia dell’Aquila.

L’intervento, del valore complessivo di oltre 5,6 milioni di euro, ha consentito di innalzare notevolmente gli standard di sicurezza della circolazione in un tratto caratterizzato da frequenti episodi di caduta massi che in passato hanno direttamente coinvolto la sede stradale.

In particolare, i lavori hanno riguardato il disgaggio e la demolizione dei massi instabili o pericolanti; la realizzazione di barriere paramassi a monte della carreggiata, per complessivi 500 metri; la costruzione di rilevati paramassi lungo la carreggiata, in grado di garantire la protezione della strada in caso di crollo di materiali di grandi dimensioni o di crolli “a sciame”; la realizzazione di due gallerie paramassi, rispettivamente di lunghezza pari a 100 metri e 30 metri.

Nella realizzazione delle opere, Anas ha adottato – in forte sinergia con gli Enti Locali e Territoriali – una serie di accorgimenti mirati alla mitigazione dell’impatto sull’ambiente circostante, sia durante le fasi delle lavorazioni che ad opera ultimata, nel rispetto di un territorio che rappresenta un corridoio ecologico di primaria importanza ed ospita un ricco patrimonio di biodiversità.

In particolare, di concerto con i gestori della Riserva Naturale sono stati nominati tecnici specializzati con la qualifica di ornitologo, faunista e vivaista, con i quali sono state concordate le fasi dei lavori; è stato evitato l’uso di esplosivo per le operazioni di scavo; è stata minimizzata la movimentazione del materiale di cava per limitare i flussi di trasporto, mentre le attività di costruzione delle gallerie e delle barriere paramassi sono state concentrate nei periodi dell’anno le attività di riproduzione delle specie ornitologiche nidificanti sono concluse.