Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La tecnologia laser scanner

Un asse viario oggetto di un intervento di riqualificazione, la necessità dell’Ente Gestore di un supporto metrico per la progettazione dell’intervento e del computo metrico post-lavori del materiale sbancato: da AdHoc 3D Solutions Srl, il contributo alla progettazione e rendicontazione di cantieri stradali

L’elaborazione dei dati

Come detto, il laser scanner è una strumentazione capace di elevata produttività che facilmente genera grandi moli di dati. Per renderne l’idea, da ciascuna posizione sono stati acquisiti mediamente 50 milioni di punti: date le (14+31) 45 posizioni adottate, i dati di base per la descrizione del sito nelle due epoche sono dell’ordine di 2,25 miliardi di punti.

Ecco come le logiche di trattamento dati diventino fondamentali nell’estrarre correttamente le informazioni volute da questa mole di dati, oltre che per renderla facilmente fruibile. AdHoc 3D vanta una decennale esperienza in questo campo e grazie al suo legame col mondo della ricerca universitaria ha sviluppato AdHoc©, uno specifico e innovativo ambiente software. Tale ambiente nasce dall’idea di coniugare il rigore degli algoritmi per il trattamento dati, con la facilità di fruizione dei risultati per l’utente finale. A valle del trattamento dei dati acquisiti, che ha previsto una sensibile attività di rimozione della vegetazione dalle scansioni, agevolata dagli appositi strumenti sviluppati nella suite AdHoc©, si è ottenuta per ciascuna epoca una nuvola di punti complessa e completa dell’oggetto che rappresenta il corretto punto di partenza per la creazione di qualsiasi ulteriore prodotto e analisi.

La coerenza del sistema di riferimento è garantita dalla materializzazione di una rete locale riferita alla rete GNSS regionale. Il confronto multi-temporale dei due modelli ha consentito di effettuare il computo della quantità di materiale cavato. Al fine della validazione dei valori ottenuti si sono seguiti diversi approcci; si è calcolato:

  • il volume del solido differenza generato dalle superfici delle due epoche;
  • la differenza tra i Digital Surface Model (DSM) delle due epoche riferiti allo stesso piano verticale medio di parete ottenendo convergenza di risultato.

La fruizione del rilievo: AdHoc©

Al fine di un facile utilizzo del rilievo, ai Tecnici provinciali è stato fornito il visualizzatore della suite geomatica AdHoc©, in modo tale che possano accedere in autonomia all’intero materiale acquisito oltre che ai prodotti consegnati; la calcolatrice geodetica di AdHoc©, inoltre, consente di esportar rigorosamente i dati voluti sia in un sistema locale che cartografico.

Si sono operate sezioni verticali posizionate lungo il tracciato stradale di progetto al fine di ricostruire accuratamente la geometria dell’ammasso roccioso oggetto di riprofilatura, andando a definire in dettaglio le superfici del pendio soggetto a disgaggio e oggetto di rivestimento corticale con reti a doppia torsione armate. Le sezioni orizzontali, realizzate definendo una quota di sezionamento assoluta, hanno invece permesso di individuare compiutamente la posizione ottimale delle barriere paramassi a dissipazione in progetto. Lo stesso rilievo laser scanner è stato inoltre confrontato con i recenti rilievi eseguiti dai Tecnici provinciali, consentendo un’ulteriore verifica, conferma ed implementazione dei dati raccolti con un rilievo classico eseguito con total station.

La piattaforma AdHoc© ha consentito di effettuare un’analisi delle famiglie di fratturazioni dell’ammasso, mediante il riconoscimento dei principali piani di fratturazione sulle interfacce fotografiche del modello 3D, con la generazione automatica degli stereogrammi; inoltre, ha permesso ai Tecnici dell’Ente di poter estrarre misure e sezioni utili alla redazione esecutiva del progetto di intervento senza la necessità di dover accedere direttamente alla parete tramite calate in fune.

Conclusioni

Il rilievo laser scanner rappresenta un’opportunità per una completa descrizione dello stato di fatto di pareti rocciose anche di geometria complessa e articolata; un corretto approccio gestionale dei dati favorisce un pieno sfruttamento del materiale acquisito. La restituzione digitale tridimensionale consente quindi un ampio riutilizzo dei risultati a fini progettuali e manutentivi. Il rilievo laser scanner e la successiva restituzione con la suite geomatica AdHoc© hanno permesso al Team di progettazione di implementare sia la caratterizzazione geomeccanica del fronte sia la progettazione degli interventi, senza l’esigenza di dover accedere direttamente alla parete, con il connesso pericolo di innescare fenomeni di caduta massi.

Dati tecnici

  • Stazione Appaltante: Settore Viabilità Cuneo-Saluzzo della Direzione Mobilità e Infrastrutture della Provincia di Cuneo
  • Progetto preliminare: Ing. Simone Nicola
  • Progetto definitivo: Ing. Simone Nicola
  • Progetto esecutivo: Ing. Simone Nicola
  • Collaudo: Ing. Riccardo Enrici
  • RUP: Ing. Enzo Novello
  • Direzione dei Lavori: Ing. Simone Nicola
  • Responsabile Sicurezza: Geom. Alessandro Papini
  • Direzione di Cantiere: Sig. Giancarlo Ciabocco
  • Esecutori dei Lavori: Impresa Ciabocco Srl
  • Subappaltatori: Preve Costruzioni SpA
  • Importo dei lavori: 442.446,38 Euro
  • Durata dei lavori (giorni): 150
  • Data di consegna: 8 Aprile 2015
  • Data di ultimazione: Lavori attualmente sospesi per il periodo invernale

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,