Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Disquisendo su contravvenzioni e incidentalità

Aumentano le multe, calano i pagamenti e su come diminuire efficacemente le cause di incidenti c’è ancora molto da fare

sfondo multe

Un’interessante analisi della CGIA di Mestre ha rivelato che negli ultimi dieci anni le multe comminate dai Vigili Urbani a seguito di violazioni del Codice della Strada (CdS) sono aumentate, ma il numero di automobilisti che le hanno pagate è sceso drasticamente.

Nel 2016, ultimo anno in cui i dati sono disponibili, appena il 39% di chi ha ricevuto una contravvenzione ha eseguito il pagamento. Il rimanente 61% non lo ha proprio fatto o – ipotizza la CGIA – forse lo ha eseguito solo in seguito, approfittando della rottamazione delle cartelle avvenuta in più riprese in questi ultimi due anni.

  • Incidentalità
    1 multe
    Aumentano le multe, calano i pagamenti e su come diminuire efficacemente le cause di incidenti c’è ancora molto da fare
  • Multe
    2 multe
    La farraginosità del sistema rende molto difficile l’opera di riscossione. C’è la necessità di efficientare e velocizzare l’attività di recupero nei confronti di chi non paga entro i limiti di Legge, anche se è necessario che molte Amministrazioni Comunali si ravvedano
  • Codice della Strada
    3 multe
    Le multe per violazioni al CdS di competenza delle Amministrazioni Comunali (Fonte: Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati ISTAT)
  • segnaletica
    4 multe
    Non sempre la segnaletica aiuta a evitare contravvenzioni

Il primo dato che balza all’occhio è il passaggio degli importi totali dai 1.382 milioni di Euro del 2006 ai 2.499 milioni di Euro del 2016 (+80,8%). D’accordo, i singoli importi saranno aumentati nel periodo, ma quel +80,8% può significare solo o che prima le infrazioni non venivano sanzionate, o che gli automobilisti sono diventati più numerosi e indisciplinati. Non ci sovvengono altre ipotesi…

Dei 2,5 miliardi di Euro di cui sopra, gli oltre 8.000 Comuni italiani hanno riscosso circa 1 miliardo (cioè il 38,8%), con grave nocumento per le casse municipali: nel 2006, infatti, a fronte di 1,3 miliardi di multe comminate, a onorarle era stato quasi il 60% dei destinatari della sanzione.