Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Rfi pubblica il bando per la circonvallazione ferroviaria di Trento, sottoposta a dibattito pubblico

La maxi-opera, è parte dei progetti finanziati con il Pnrr, ed è al centro del avviso pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea. Un bando a base di gara per 977 milioni di euro.

La gara è stata sottoposta a dibattito pubblico con il coinvolgimento dei cittadini sul progetto dell’opera. La circonvallazione di Trento è la prima opera finanziata dal Pnrr su cui è stato avviato il procedimento di dibattito pubblico.

L’opera è realizzata per lotti, di quadruplicamento della linea ferroviaria Fortezza-Verona di accesso da sud alla nuova Galleria di Base del Brennero in costruzione, è propedeutica al potenziamento del corridoio europeo TEN-T Scandinavo-Mediterraneo. L’obiettivo dell’intervento è quello di arrivare a un progressivo passaggio dal trasporto delle merci su gomma alla rotaia, liberando la rete autostradale vicina alla saturazione.

La realizzazione della una nuova linea ferroviaria sarà a doppio binario di 13 chilometri, di cui circa 11 in galleria a doppia canna. La nuova infrastruttura avrà origine dalla linea ferroviaria esistente Verona-Brennero, all’altezza di Roncafort, e si ricollegherà a sud in zona Acquaviva.

L’impresa vincitrice avrà anche il compito di portare a termine il progetto esecutivo dell’opera con un appalto integrato. La valutazione delle offerte si concentrerà sugli aspetti tecnici delle proposte, mentre il ribasso sulla base d’asta avrà un peso limitato a 20 punti su cento. Gli altri 80 punti saranno distribuiti tenendo conto degli aspetti tecnici migliorativi del progetto (48 punti), dell’organizzazione delle attività e caratteristiche impresa (22 punti), e infine della riduzione dei tempi di esecuzione dell’opera (ultimi 10 punti). Le offerte dovranno pervenire entro il 14 novembre.

Paola Firmi, vicedirettrice generale Sviluppo e standard di Rfi, è stata nominata Commissaria straordinaria dell’opera.