Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

The 9th International Symposium On Pavement Surface Characteristics – SURF 2022

Dal 12 al 14 settembre 2022, presso lo Starhotels Rosa Grand di Milano, si è svolto “The 9TH International Symposium on Pavement Surface Characteristics – SURF 2022”, presieduto dal Prof. Maurizio Crispino, Professore di Costruzione di Strade Ferrovie ed Aeroporti nel Politecnico di Milano.

Surf (www.surf2022.org) nasce nel 1988 sotto l’impulso di PIARC (Associazione Mondiale della Strada – www.piarc.org) e, nel tempo, si è tenuto con successo in diversi Paesi (Australia – 2018, USA – 2012, Slovenia – 2008, Canada – 2004, Francia – 2000, Nuova Zelanda – 1996, Germania – 1992, USA – 1988). Dopo tante importanti tappe, è approdato quest’anno per la prima volta in Italia, organizzato dal Politecnico di Milano e da ANAS, con il supporto di PIARC e dei TC 4.1 Pavements e TC 3.3 Asset Management (sia nazionali che internazionali).

L’evento ha mirato ad unire insieme le maggiori personalità scientifiche mondiali, i tecnici, gli esperti, le imprese e le aziende di settore, nazionali ed internazionali nonché i decisori politici, invitandoli a ragionare sulle nuove richieste prestazionali delle pavimentazioni stradali ed aeroportuali, con particolare focus sulle esigenze legate alle loro caratteristiche superficiali, anche alla luce delle ormai non più procrastinabili necessità di coniugare la sostenibilità ambientale delle infrastrutture, le loro prestazioni ed i livelli di servizio con le nuove forme di mobilità (leggera, elettrica, autonoma).

Il Simposio ha riscosso un successo di caratura mondiale, con la partecipazione di oltre 300 delegati, provenienti da 39 nazioni di tutti i 5 continenti.

Il Simposio si è aperto con due workshop dedicati allo stato di avanzamento delle conoscenze scientifiche relative alle caratteristiche superficiali delle pavimentazioni.

Il primo intervento, tenuto dal Prof. Gerardo W. Flintsch (Virginia Tech Transportation Institute) e dall’Ing. Richard Wix (Australian Road Research Board), è stato dedicato alle caratteristiche superficiali delle pavimentazioni.

A seguire, l’Ing. Luc Rens (European Concrete Paving Association), il Prof. Emanuele Toraldo (Politecnico di Milano) e il Prof. Maurizio Crispino hanno presentato i principali interventi manutentivi superficiali applicati rispettivamente alle pavimentazioni in calcestruzzo e a quelle in conglomerato bituminoso.

La cerimonia di apertura, che si è svolta il secondo giorno, ha visto la partecipazione dei Proff. Maurizio Crispino e Alberto Guadagnini (Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano, in qualità di Delegato del Rettore), degli Ingg. Aldo Isi (Amministratore Delegato di ANAS e Co-Presidente di SURF 2022), Massimo Schintu (Direttore Generale di AISCAT), Claudio Eminente (Direttore Centrale Pianificazione Economica e Sviluppo Infrastrutturale, ENAC), Margo Briessinck (Presidente di PIARC TC 4.1), Nazir Alli (Presidente Internazionale di PIARC) e dell’Avv. Claudia Terzi (Assessore Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile della Regione Lombardia).

La cerimonia si è pregiata di ospitare in apertura il Welcome Speech del Ministro delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini che ha illustrato alla prestigiosa platea internazionale le attività svolte ed in itinere ed i risultati conseguiti.

A seguire si è svolta la Keynote Lecture del Prof. Imad Al-Qadi (Direttore dell’Illinois Center for Transportation), che ha offerto un prezioso contributo sulle prospettive e i possibili sviluppi futuri di pavimentazioni in grado di accogliere la mobilità elettrica, autonoma e connessa (CAV).

A seguire, il Simposio si è articolato in 16 sessioni tecniche parallele, durante le quali sono stati presentati 97 lavori, in aggiunta ai 33 lavori esposti nella sessione “poster”.

I principali temi trattati sono stati: metodi e attrezzature di costruzione avanzate e performanti, mobilità del futuro e esigenze emergenti, monitoraggio e valutazione delle prestazioni e caratteristiche superficiali, livelli di manutenzione/servizio, trattamenti manutentivi, strategie economiche e politiche per la gestione delle pavimentazioni, life-cycle assessment, analisi di rischio, minimizzazione dell’impatto ambientale delle infrastrutture stradali, sostenibilità e prestazioni dei materiali, isole urbane di calore, progettazione degli strati superficiali, pavimentazioni per aree pedonali, aspetti idraulici, impatto delle condizioni meteorologiche, superficie delle pavimentazioni di ponti, viadotti e gallerie, pavimentazioni storiche e problematiche connesse, pavimentazioni aeroportuali e destinate alla logistica.

Durante l’ultima giornata dell’evento si è tenuto il rilevante intervento dell’Ing. Corrado Rocca (Direttore Ricerca e Sviluppo della Cyber Unit di Pirelli Tyre) relativo alle novità introdotte dagli “Smart Tyres” e al ruolo chiave che avranno negli scenari di mobilità futuri.

A chiusura del Simposio, il Prof. Maurizio Crispino ha presieduto la cerimonia conclusiva, durante la quale sono intervenuti il Prof. Alberto Taliercio (Preside della Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale, Delegato del Rettore), il Gen. Edoardo Valente (Presidente di ANAS), l’Ing. Patrick Mallejacq (Segretario Generale di PIARC), il Dott. Domenico Crocco (Primo Delegato e Segretario Generale del Comitato Italiano di PIARC) e l’Ing. Margo Briessinck (Presidente di PIARC TC 4.1).

Durante la cerimonia sono stati consegnati i premi ai migliori articoli presentati durante il Simposio.

Da menzionare anche i numerosi momenti organizzati all’insegna della condivisione e della conoscenza reciproca dei partecipanti, come la cena di gala, nonché gli intermezzi culturali dedicati alla musica e all’arte.

Il Prof. Pietro Giannattasio ed il Prof. Giovanni Da Rios hanno ricevuto, dai loro allievi, un riconoscimento speciale alla loro figura di Maestri delle Scuole di Infrastrutture di Trasporto rispettivamente dell’Università di Napoli “Federico II” e del Politecnico di Milano.

È evidente l’importanza dell’iniziativa promossa dal Politecnico di Milano, e in particolare dal Prof. Maurizio Crispino, Presidente del Simposio, e dal team dedicato, che hanno fortemente voluto e realizzato SURF 2022. È stata offerta la possibilità di condividere idee e contenuti utili alla comunità scientifica, elemento cruciale per l’avanzamento, in particolar modo se si considera il complesso periodo storico passato e presente.

I numerosi dibattiti e gli scambi di idee tra i partecipanti hanno evidenziato l’importanza di un incontro avvenuto in presenza, per promuovere e accelerare lo sviluppo e il progresso tecnico-scientifico.

Viviamo un’epoca nella quale ci si prepara ad accogliere veicoli altamente tecnologici e a guida autonoma, e questa circostanza impone la necessità di adattare le infrastrutture agli standard che permettano a tali veicoli di circolare in condizioni di sicurezza.

Ripetutamente, durante il Simposio, è stata rimarcata l’importanza di conformare le pavimentazioni stradali alle future esigenze della mobilità. Da ciò deriva l’urgenza di colmare il gap, ancora eccessivo, tra conoscenze e tecnologie disponibili e pratica applicativa.

Numerosi sono stati gli sponsor che hanno presentato le tecnologie e le innovazioni del settore, sia durante le sessioni tecniche sia nei momenti dedicati all’approfondimento nell’apposita area espositiva allestita nella sala centrale.