Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Rimborsi delle accise sul gasolio: i tagli tolti dal Decreto clima entrano nella Legge di bilancio

Photo credit: Vado e torno web

(come pubblicato su Stradafacendo)

Sono usciti dalla porta ma rientrano dalla finestra.

I tagli ai sussidi dannosi per l’ambiente (tra cui anche quello che garantisce sul gasolio accise inferiori rispetto alla benzina e che, se applicato, toglierebbe al settore dell’autotrasporto rimborsi di parte delle tasse pagate per un valore di oltre 1,25 miliardi di euro, la somma restituita alle imprese nel 2018) tolti dal Decreto clima saranno infatti reinseriti nella prossima legge di Bilancio e potrebbero divenire realtà già nel 2020 con una prima riduzione nella misura di almeno il 10 per cento fino al progressivo annullamento entro il 2040.

A confermarlo è stato lo stesso Ministro dell’Ambiente Sergio Costa spiegando che “il programma prevede un taglio costante negli anni, da qui al 2040, per tutelare l’ambiente, salvaguardando al tempo stesso il nostro sistema produttivo”.

Un taglio che verrà fatto, ha aggiunto il Ministro, ma senza penalizzare nessuno, testo che difficilmente verrà “capito” dagli autotrasportatori che a più riprese nelle settimane scorse, commentando le voci su possibili tagli, avevano ribadito quanto invece i rimborsi siano determinanti per mantenere competitivo il settore.

Un provvedimento “ socialmente inattuabile e inaccettabile” lo hanno definito i Responsabili di Confartigianato Trasporti “che interromperebbe la dinamica virtuosa innescata negli ultimi anni con gli incentivi agli investimenti per le imprese del settore che, nell’ambito del Green New Deal del nuovo Governo andrebbe realmente valorizzata e implementata” mentre i vertici di Conftrasporto hanno voluto evidenziare anche come tra le conseguenze della misura ci sarebbe una riduzione degli introiti fiscali per lo Stato, “con moltissime imprese spinte a rifornirsi di carburante all’estero”.