Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Mattarella: «Il dissesto idrogeologico è un costo che grava sul paese»

I costi che gravano sul paese per i fenomeni di dissesto idrogeologico sono dovuti anche ai fenomeni che si verificano nelle aree interne, per lo spopolamento dei piccoli comuni, per il depauperamento del patrimonio edilizio, mi auguro che questo centro contribuirà in modo importante all’esame di questi problemi». Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione del Centro di ricerca sulle Aree interne e gli Appennini dell’Università di Campobasso.

Il capo dello Stato ha sollecitato una «riflessione nazionale sulle aree interne perché è un tema che non riguarda solo chi ci vive ma l’intero paese e l’inaugurazione di questo centro è una buona notizia non solo per il Molise ma per tutta l’Italia». Quello che avviene qui, ha detto Mattarella, «si riverbera e influenza la vita di tutto il Paese. Basti pensare ai costi nel breve e nel lungo periodo relativi al dissesto idrogeologico, ai costi dello spopolamento e del depauperamento del patrimonio edilizio. Sono questi problemi che interessano tutti».

Mattarella ha anche sottolineato che «le diversità di stili di vita sono una ricchezza per qualunque paese; guai a cadere nella tentazione dell’omologazione dei grandi centri urbani – ha osservato -: un paese è ricco anche perchè ha diverse opzioni come quella che si articola tra i grandi centri e aree interne». Poi il capo dello Stato ha ricordato che «l’articolazione istituzionale del nostro paese consente risposte differenziate» e che è «importante la pluralità di intervento nelle diverse competenze». E ha assicurato che «le istituzioni nazionali sono vicine a quelle sul territorio che affrontano giorno per giorno le esigenze dei cittadini».