Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Pedaggio tangenziale Como, Sorte: governo boccia esenzione

"Siamo disponibili a lavorare per trovare una soluzione vantaggiosa per i residenti del comasco che in futuro utilizzeranno la Pedemontana nel tratto della tangenziale, una scelta utile che andrebbe ben oltre il periodo di Expo. Voglio ricordare che, nell'incontro del luglio 2014, col presidente del Consiglio, la nostra proposta per una temporanea esenzione del ticket sulla tangenziale di Como, in vista di Expo, fu bocciata dal Governo". 

Lo ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, al termine dell'incontro col sindaco di Como, Mario Lucini per una verifica dei tempi e dei modi per la messa in esercizio del tratto della Pedemontana riferito alla tangenziale della città di Como. Erano presenti anche il sottosegretario all'Attuazione del programma, ai rapporti istituzionali nazionali e alle relazioni internazionali, Alessandro Fermi.

Nel corso della riunione è stato riferito quanto comunicato dalla società Pedemontana in occasione dell'ultimo Sottotavolo Infrastrutture del 13 aprile e cioè che i lavori della tangenziale saranno conclusi entro luglio 2015, data entro la quale l'arteria potrà essere aperta al traffico se disponibile il sistema di esazione.

Infatti, dovendo Pedemontana corrispondere ad Autostrade per l'Italia la quota di spettanza relativa al tratto autostradale A9 percorso, finché non sarà disponibile il sistema di esazione, la tangenziale non potrà essere aperta.

L'assessore Sorte si è impegnato a fornire aggiornamenti sul rispetto del cronoprogramma.