Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Green dalla B… alla Z

Con la macchina Seventy, Blend Plants propone un impianto di miscelazione a bassi consumi, alta efficienza e qualità del prodotto, ora più vantaggioso grazie agli incentivi fiscali

  For English version: https://www.stradeeautostrade.it/en/machines-equipments-work-sites/green-from-b-to-z/

Il calcestruzzo è il secondo prodotto più consumato al mondo dopo l’acqua, difficile da sostituire grazie alle sue prestazioni ineguagliabili: è durevole, resistente al fuoco, versatile, economico, isolante e disponibile ovunque, oltre ad essere infinitamente riciclabile. Senza il calcestruzzo non avremmo ponti, dighe o strade, edifici e aeroporti e altro ancora.

Tutto ciò ha però un costo ambientale: la produzione di calcestruzzo contribuisce per circa l’8% a tutte le emissioni di anidride carbonica nel mondo. Come far fronte a questo dato in un’epoca sempre più sensibile all’impronta ambientale dell’uomo?

green
1. La produzione di calcestruzzo direttamente in situ abbatte tempi e costi di trasporto, ottimizza la logistica del lavoro e riduce le emissioni, oltre a garantire un prodotto fresco e di alta qualità

È questo uno degli obiettivi di Blend Plants, i cui impianti mobili di miscelazione aspirano alla produzione di calcestruzzo, asfalto a freddo e altre miscele, riducendo gli sprechi e massimizzando la produttività, con particolare attenzione al futuro del pianeta (https://blendplants.com/).

L’impianto che abbatte i consumi e le emissioni

In occasione della quarta edizione del GIC di Piacenza, la Blend rilancia il suo più noto impianto Seventy in una veste più green: un impianto mobile di miscelazione innovativo, che offre maggiori vantaggi rispetto alla tradizionale autobetoniera, con particolare attenzione alla bioedilizia e alla Green Economy.

L’estrema mobilità di Seventy, installabile su camion, permette la produzione e distribuzione di materiale direttamente in loco, nella quantità necessaria, consentendo di ottenere un prodotto fresco e di qualità, senza sfridi e senza trasporti aggiuntivi.

green
2. La pulizia del mescolatore avviene direttamente in cantiere, grazie al sistema di lavaggio integrato alla macchina, che richiede un basso consumo di acqua

L’allestimento su camion consente, inoltre, il trasporto di inerti con viaggi di recupero; la mescolazione in cantiere abbatte i consumi rispetto a una tradizionale autobetoniera: −50% di costi di trasporto, risparmio del 50% di carburante +20% per l’uso di metano Dual Fuel, contribuendo alla riduzione di emissioni di CO2.

A ciò va aggiunta una maggiore sicurezza: grazie al baricentro più basso e al carico non movimentato, il materiale non si disperde lungo il tragitto.

La struttura compatta, la riduzione del rumore rispetto ad altri macchinari e il basso potere inquinante, grazie al solo impiego di motori Euro 6, meglio se bifuel, metano o elettrico, rendono la Seventy l’impianto ottimale per operare nei centri urbani, sia per la fornitura di calcestruzzo che per il pompaggio di massetto tradizionale e autolivellante.

L’impianto Blend trova largo uso anche nel settore stradale nella produzione di asfalto a freddo, asfalto rigenerato, calcestruzzi prodotti da inerti riciclati e spargimento di sale antigelo, attività che permettono l’uso della macchina anche nel periodo invernale.

Infine, il lavaggio e la manutenzione della Seventy richiedono poca acqua, per un utilizzo più razionale delle risorse idriche e non necessita di impianto addizionale.

green
3. L’impianto A240 è stato posizionato direttamente in cantiere: una zona specifica è stata dedicata alla lavorazione del calcestruzzo demolito per trasformarlo in aggregati riciclati, successivamente caricati nella Blend per la produzione di calcestruzzi

Grazie alla sua configurazione e al suo funzionamento, Seventy rappresenta una macchina green a tutti gli effetti, in grado di confezionare calcestruzzo riducendone l’impronta ambientale sulle persone e sul pianeta.

L’impianto, infatti, è costruito con l’uso di materiali altamente riciclabili, come l’acciaio; l’olio idraulico e i grassi impiegati nei componenti sono biodegradabili e le vernici scelte sono ecologiche. Infine, è in corso l’implementazione dell’uso di CO2 nella mescolazione di calcestruzzo con gli impianti Blend.

Gli inerti riciclati: una risorsa inesauribile

Blend Seventy, così come tutte le macchine della gamma E-series, può produrre calcestruzzo, asfalto a freddo e altre miscele cementizie con la possibilità di impiegare anche materiali di riciclo: macerie, fresati d’asfalto, gomma, vetro…

La disponibilità di inerti riciclati rappresenta, oggi, una risorsa preziosa e inesauribile; Blend ha trovato il modo di sfruttarla con i suoi impianti, in un’ottica di vera economia circolare. Ne è un esempio il lavoro realizzato dalla Vitali SpA per l’aeroporto di Linate, completato nel 2019.

green
4. Dall’utilizzo del 100% di scarti di demolizione è possibile, con la macchina Blend, produrre calcestruzzo riciclato per realizzare blocchi modulari e componibili grazie al sistema dei casseri Betonblock

L’utilizzo di una Blend A240 ha permesso il rifacimento della pista con l’impiego dell’80% di aggregati riciclati dalla demolizione della stessa. L’impatto sull’ambiente e sulla circolazione attorno all’aeroporto è stata minima e la stessa Vitali SpA ha calcolato di aver evitato il transito continuo di circa 200 camion al giorno, senza contare che il materiale demolito è stato completamente riutilizzato.

“L’impiego della Blend A240, posizionata direttamente in cantiere, ci ha permesso di risparmiare 130.000 m3 di materiale, che avremmo dovuto trasportare in discarica e riportare in cantiere come materiale vergine, con costi aggiuntivi per scavi e trasporti, oltre a più ampi tempi logistici” – afferma Luca Vitali, Socio e AD della Vitali SpA.

In termini di emissioni sono stati risparmiati circa 650.000 kg di CO2, con una considerevole riduzione di traffico logistico, nell’area metropolitana milanese.

Nel settore del riciclaggio, gli impianti Blend costituiscono un perfetto connubio con le casseforme Betonblock nella produzione di blocchi in calcestruzzo utilizzando il 100% di materiale riciclato da scarti di demolizione.

Migliorare l'efficienza energetica
5. Tra gli obiettivi nell’agenda della Blend Plants vi è quello di migliorare l’efficienza energetica della propria sede produttiva a Rodengo Saiano (BS) partendo dall’installazione di pannelli fotovoltaici sull’intera copertura

La sostenibilità che conviene

Ma quanto costa questa sostenibilità? La Blend ha pensato anche a questo. Oltre ad essere un impianto estremamente versatile e polivalente, Blend Seventy ha tutte le carte in regola per godere degli incentivi 4.0 e fondo di garanzia Sabatini a tasso agevolato, credito d’imposta formazione 4.0 e fondo RSI.

Va inoltre considerato che gli attuali Super Bonus 110% e Sisma Bonus aumentano la richiesta di micro forniture di conglomerati e massetti.

Tutti gli impianti Blend possono essere integrati con sistema GPS che consente una gestione razionale dei trasporti, dei viaggi di recupero e un controllo in tempo reale dei consumi delle materie prime e della qualità dei prodotti, bollettazione e fatturazione automatica da autocarro e report di produzione, acquisto che rientra nell’iper-ammortamento 4.0.

La conformazione di una Blend permette inoltre un facile accesso ai Criteri Ambientali Minimi (CAM).

Una scelta più sostenibile
6. Produrre calcestruzzo con una Blend in configurazione “Green” significa porre il primo passo verso una scelta più sostenibile

Produrre calcestruzzo con una Blend in configurazione “Green” significa porre il primo passo verso una scelta più sostenibile, per migliorare la propria organizzazione aziendale, partendo dall’utilizzo di macchinari a bassi consumi ed emissioni, che incrementino la qualità del lavoro e la reddittività, portando benefici all’ambiente.

Il calcestruzzo è un materiale prezioso, il cui processo produttivo può essere, oggi, reso più sostenibile, grazie a tecnologia, ricerca e attenzione per l’ambiente. Aziende come Blend Plants stanno lavorando per migliorare i loro prodotti e offrire soluzioni per garantire alle generazioni future, le stesse risorse di cui noi godiamo oggi.

  For English version: https://www.stradeeautostrade.it/en/machines-equipments-work-sites/green-from-b-to-z/

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <