Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Rfi a Venezia manda in gara il collegamento ferroviario con l’aeroporto Marco Polo

Con un appalto integrato, Rfi ha pubblicato il maxi bando di gara per realizzare il collegamento ferroviario con l’aeroporto Marco Polo di Venezia. L’appalto, del valore di 467 milioni di euro, è finanziato anche con i fondi Pnrr.

Il progetto di Rfi, è volto a incentivare lo shift modale per ferrovia, dei passeggeri diretti all’aeroporto di Venezia. «I cantieri termineranno in tempo per l’avvio delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026».

L’intervento è stato affidato al commissario di governo Vincenzo Macello, direttore investimenti di Rfi. Sarà realizzata una nuova linea ferroviaria a doppio binario di circa 8 chilometri, di cui 3,4 in galleria, che collegherà Venezia all’aeroporto Marco Polo. Il collegamento partirà dalla linea Mestre-Trieste, affiancherà la bretella autostradale per l’aeroporto e, in galleria, arriverà al Marco Polo, dove si prevede la costruzione di una stazione passante interrata a due binari collegata al terminal aeroportuale.

In uscita dalla stazione un binario singolo si ricongiunge al tratto in superfice, consentendo di ridurre i tempi di stazionamento nel terminal e assicurando una maggiore capacità sia per i treni regionali che per quelli dell’Alta velocità.

Venezia. Importo posto a base di gara 467.215.313 euro, di cui quasi 15,7 milioni di oneri per la sicurezza). Il progetto a base di gara è stato validato il 9 giugno scorso. Aggiudicazione in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, in base all’organizzazione delle attività e caratteristiche dell’impresa (massimo 20 punti su 100), agli aspetti tecnici migliorativi (massimo 40 punti su 100), all’ottimizzazione dei tempi (massimo 20 punti su 100) e infine al prezzo (massimo 20 punti su 100). L’intervento va completato entro tre anni circa (esattamente 1.117 giorni). Per le offerte c’è tempo fino al 22 agosto.