Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Il raggruppamento guidato da Rizzani de Eccher si aggiudica la gara Rfi per il collegamento all’aeroporto Marco Polo

Nel raggruppamento con la capogruppo Rizzani de Eccher, anche Manelli Impresa e Sacaim

Rfi comunica di aver aggiudicato al raggruppamento guidato da Rizzani De Eccher (con Manelli Impresa e Sacaim) i lavori per la realizzazione del collegamento ferroviario con l’aeroporto Marco Polo di Venezia. L’appalto, finanziato anche con fondi Pnrr, ha un valore di oltre 428 milioni di euro.

Il progetto è finalizzato a incentivare lo shift modale su ferro dei passeggeri diretti all’aeroporto di Venezia e si inserisce nella strategia di Rfi e del Gruppo Ferrovie per potenziare i collegamenti ferroviari con gli aeroporti, favorendo l’intermodalità e il rilancio del turismo. «I cantieri termineranno in tempo per l’avvio delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026».

L’appalto è gestito, dal vicedirettore generale Network Management Infrastrutture di Rfi Vincenzo Macello quale commissario straordinario di governo. Gli interventi consistono nella realizzazione di una nuova linea ferroviaria a doppio binario di circa 8 chilometri, di cui 3,4 in galleria, che collegherà Venezia all’aeroporto Marco Polo.

Il nuovo tratto ferroviario partirà dalla linea Mestre-Trieste, affiancherà la bretella autostradale per l’aeroporto e, in galleria, arriverà al Marco Polo, dove si prevede la costruzione di una stazione passante interrata a due binari collegata al terminal aeroportuale.

In uscita dalla stazione un binario singolo si ricongiungerà al tratto in superfice, consentendo di ridurre i tempi di stazionamento nel terminal e assicurando una maggiore capacità sia per i treni regionali che AV.