Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Nel 2020 exploit dei bandi di progettazione: +10,5% in numero e +82,0% in valore sul 2019

Gabriele Scicolone, Presidente Oice: “Una tale performance, in parte insperata, è stata raggiunta grazie al forte impulso della domanda pubblica soprattutto delle grandi committenze, come Anas, Autostrade per l’Italia, Rfi”

Una decisa crescita in valore della domanda pubblica di progettazione. Secondo l’Oice (l’associazione delle organizzazioni di ingegneria e architettura e di consulenza tecnico economica) l’anno che si è appena concluso ha registrato ben 3.283 bandi, per un valore di 1.044,7 milioni di euro: +10,5% in numero e +82,0% in valore sul 2019.

Nel dettaglio i bandi per accordi quadro di progettazione sono stati 174, il 5,3% del numero totale, per 432,6 milioni di euro, il 41,4% del totale del valore. Se si allarga lo sguardo a tutti i servizi tecnici di ingegneria, architettura messi in gara nel 2020 (verifiche progetti, direzione lavori, sicurezza, assistenze ai Rup, ecc.) i bandi sono stati 6.438: +8,4% sul 2019 e +60,6% in valore rispetto al 2019, per oltre 2,4 miliardi, il dato più alto dal 1994. Gli accordi quadro nell’anno sono stati 322, il 5% del totale, con un valore di 798,4 milioni di euro, il 33,9% del totale.  

Per il presidente Oice, Gabriele Scicolone, “nonostante la pandemia il mercato pubblico dei servizi di ingegneria e architettura segna uno straordinario record positivo”: per il valore il 2020 è il dato più elevato in assoluto e per il numero è il migliore risultato dal 2006. “Si è probabilmente capito – sottolinea Scicolone – che l’ingegneria è un traino dell’economia e la progettazione delle opere, con l’aiuto della tecnologia e la possibilità di lavorare da remoto, sarà motore per i prossimi cantieri nell’anno che è appena entrato. Una tale performance, in parte insperata, è stata raggiunta grazie al forte impulso della domanda pubblica soprattutto delle grandi committenze, come Anas, Autostrade per l’Italia, Rfi”.

“Adesso – aggiunge – occorre fare partire la domanda privata, soprattutto quella legata al superbonus 110%.”. Nel dettaglio delle prime anticipazioni dell’Osservatorio Oice/Informatel emerge che a dicembre si è registrato un risultato esplosivo: le gare di progettazione sono state 422 per 331,6 milioni di euro, rispetto al mese di novembre crescono del 30,2% in numero e del 567,0% in valore; rispetto a dicembre 2019 crescono del 14,7% in numero e del 417,8% in valore.