Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Rossi: per infrastrutture perso tempo a causa delle elezioni

(come riportato da Regioni.it)

Per le infrastrutture, fra cui anche la Tav, “pochi mesi prima delle elezioni le cose tendono a fermarsi, non si prendono decisioni: ci sono state le elezioni il 4 marzo, le prossime a maggio, abbiamo perso un anno e mezzo”, e questa “è una cosa che un paese moderno non può permettersi, questo governo sta costando troppo”. Lo ha detto Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, intervenendo a Studio24 su Rainews24.
“Trovo che tutte le volte – ha affermato – non si possa ripartire da capo: c’è un principio di continuità nella Pubblica
amministrazione per cui chi subentra non può non tenere conto di ciò che è stato fatto prima, di decisioni prese. La project review era stata già fatta da Delrio, ora si fa ancora. Il paese è fermo: ha bisogno di investimenti e infrastrutture”.
In Toscana, ha ricordato Rossi, “abbiamo bisogno di mettere in sicurezza la Tirrenica; è stato fatto un lavoro sul
sottoattraversamento Tav di Firenze, dove la stazione è ingolfatissima; abbiamo bisogno delle terze corsie perché se no
fra Prato e Firenze la mattina non ci si riesce a muovere. Sono le stesse priorità di quando sono diventato presidente della Regione nel 2010”.