Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Cresce a due cifre il mercato dei veicoli commerciali in Italia

Anche il mese di giugno ha fatto registrare per i veicoli commerciali buoni prestazioni di mercato. A registrarlo è stato il Centro Studi e Statistiche dell’Unrae, l’associazione delle case automobilistiche estere, che ha calcolato nello scorso mese compravendite per 16.280 immatricolazioni. In questo modo, da gennaio a fine giugno il mercato ha scambiato 89.550 veicoli, il 6,4% in più dello stesso periodo dello scorso anno; mentre da giugno 2016 a giugno 2017 l’aumento è stato del 10,8%.

Chiare, sempre per Unrae, le cause della crescita di mercato che per Michele Crisci, Presidente dell’associazione sono da individuare dai canali del noleggio e delle società ma soprattutto dalle agevolazioni fiscali relative al Super-ammortamento e alla Legge Sabatini.

Ma non basta, perché sempre secondo il Centro Studi e Statistiche Unrae, le vendite di veicoli commerciali in Italia nel primo semestre del 2017 hanno generato un fatturato di 2,1 miliardi di euro, in crescita dell’8,4% rispetto al primo semestre 2016. Di questo giro d’affari, 375 milioni sono entrati nelle casse dello Stato sotto forma di IVA, in aumento dell’8,4% sullo stesso periodo dello scorso anno.

Da tutto questo, le previsioni positive per la fine dell’anno. “Visti i volumi di vendita e considerato il trend che sta caratterizzando il comparto dei veicoli da lavoro – ha spiegato Crisci – la nostra previsione per le vendite di veicoli commerciali nell’anno 2017 si attesta sulle 210.000 unità, un incremento del 5% rispetto alle 200.426 archiviate nel 2016”. All’orizzonte di questa situazione, poi, la richiesta di rendere “strutturali” per il settore il meccanismo del Super-ammortamento e della Legge Sabatini.

Share, , Google Plus, LinkedIn,