Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La galleria di Base del Brennero: un modello europeo

La galleria di Base del Brennero è un progetto di dimensioni europee. Il Corridoio TEN 1 (ovvero il Corridoio V Helsinki-Valletta nel CORE network) tra Berlino e Palermo costituisce, al momento, il corridoio ferroviario Nord-Sud più sviluppato in Europa.

Una delle tratte principali dell’asse TEN 1 è il sottoattraversamento delle Alpi, vale a dire la galleria di Base del Brennero. Con la realizzazione di un collegamento sotterraneo, che si sviluppa pressoché in orizzontale, viene eliminato l’ostacolo della pendenza della ferrovia esistente del Brennero, ormai vecchia di 145 anni, e quindi garantito uno sviluppo per il trasporto ferroviario futuro. Nell’UE, la galleria di Base del Brennero è considerata un progetto modello per le reti di trasporto transeuropee TEN.

In data 18 Aprile 2011, è stata avviata la fase costruttiva (Fase III) della galleria di Base del Brennero che, con i suoi 64 km di lunghezza, costituirà il collegamento ferroviario sotterraneo più lungo al mondo. In Italia e in Austria sono già stati realizzati all’incirca 20 km di cunicoli esplorativi e di accesso. Considerando l’attuale programma lavori, l’ultimazione dell’opera è prevista nel 2025 e la messa in esercizio della stessa nel mese di Dicembre 2026.

Di seguito si riportano sette linee guida che si fondano sulle esperienze acquisite nell’ambito del progetto della galleria di Base del Brennero:

  • grandi progetti infrastrutturali necessitano di lunghi periodi di progettazione e autorizzazione. È tuttavia importante portare avanti i lavori nel più breve tempo possibile in modo da risparmiare costi!
  • più grande è la professionalità di tutti i coinvolti nel progetto, più alta sarà la sua qualità!
  • in seguito ad ogni fase di progetto è indispensabile redigere documenti di progettazione omogenei, conformi allo stato della tecnica!
  • le simulazioni computerizzate, abbinate all’esperienza in materia di tecnica della costruzione, aiutano a comprendere meglio le problematiche di natura fenomenologica e a ridurre potenziali situazioni critiche!
  • la garanzia finanziaria di un progetto infrastrutturale dovrà, se possibile, includere l’importo complessivo dei costi, compresa la previdenza rischi!
  • bisogna imparare da esperienze fatte nell’ambito di progetti comparabili: in tal modo si possono evitare tante questioni problematiche e risparmiare tempi e costi!
  • una comunicazione trasparente verso l’esterno è tanto importante quanto un lavoro ingegneristico approfondito!