Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Debutta il 5G di Vodafone: ecco come va a Milano e le cose essenziali da sapere

In poche e facili domande e risposte e in un video, tutto quello che c’è da sapere sul 5G di Vodafone che è partito a Milano, Roma, Bologna, Torino e Napoli

Debutta il 5G in Italia. E lo fa in cinque città tra cui Milano, dove abbiamo provato la rete e le prestazioni raggiungibili.

In questo video tutte le informazioni, le velocità raggiungibili e la nostra recensione.

In che città è stato attivato il servizio?

Vodafone ha appena acceso la rete 5G in cinque città in Italia: Milano, Roma, Torino, Napoli e Bologna.

Di che tipo di servizio 5G si tratta?

La rete 5G Vodafone accesa in queste ore è ovviamente di tipo ibrido, cioè non “standalone”. Questo vuol dire che si utilizzano ancora le frequenze e le modalità del 4G per la registrazione sulla rete, la telefonia voce e i servizi di base, mentre ci si appoggia al 5G per il traffico dati. Per avere reti di tipo stand-alone (quindi solo 5G) serviranno ancora 28-24 mesi.

Qual è la copertura di città come Milano?

Milano è già stata nei mesi scorsi oggetto di sperimentazione da parte di Vodafone sul 5G, come da opportuna licenza rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico. Quindi buona parte del lavoro è già stata fatta: l’obiettivo posto dal Ministero era il raggiungimento della copertura dell’80’% della popolazione, risultato già raggiunto. Quindi ora siamo sicuramente oltre.

Sono coperti i comuni della cintura attorno a Milano?

Sì, al momento la copertura 5G di Vodafone interessa anche le seguenti località: Assago, Bollate, Bresso, Carugate, Cassina de’ Pecchi, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cusano Milanino, Garbagnate Milanese, Lainate, Legnano, Melegnano, Novate Milanese, Opera, Parabiago, Pessano con Bornago, Pioltello, Rho, Rozzano, San Donato Milanese, San Giorgio su Legnano, San Giuliano Milanese, Sedriano, Segrate, Senago, Sesto San Giovanni, Solaro e Trezzano sul Naviglio.

Che telefoni servono per usare il 5G?

Al momento i telefoni certificati per la rete Vodafone sono due: LG V50, che costa 1.299 euro con in dotazione l’accessorio second screen; Xiaomi Mi Mix 3, che costa quasi la metà, 799 euro nella versione da 128 GB di Storage e 6 GB di RAM

Presto dovrebbe arrivare anche il Samsung Galaxy S10 in versione 5G e, forse, una versione lite di Mi Mix 3 con storage da 64 GB e prezzo ancora più conveniente.

I telefoni sono bloccati sull’operatore?

No, i telefoni compatibili possono essere usati sin da subito sulla rete Vodafone ma, al momento della comparsa di nuove reti, potranno essere utilizzati anche con altri gestori.

A che velocità va il 5G di Vodafone?

Secondo i nostri test reali, realizzati a Milano in piazza della Scala, il download si attesta a una media di 300 Mbit/sec, con una forchetta a seconda dei momenti e delle posizioni che oscilla tra 250 e 370 Mibit/sec

Le prestazioni sono destinate a migliorare?

Decisamente sì, la rete è in costante messa a punto, sia dal punto di vista della copertura che, soprattutto, della gestione del segnale. Sono in corso molti interventi di configurazione che potrebbero portare a drastici miglioramenti nelle prestazioni. Soprattutto riguardo quegli aspetti che si sa già oggi che necessitano di una migliore configurazione, come la gestione della latenza e la banda in upload, che a oggi appare analoga a quella 4G.

Quanto costa il 5G di Vodafone

L’opzione 5G è al momento compresa per i piani RED Unlimited, Shake it easy destinata agli under 30 e Vodafone One Pro, senza bisogno di alcun sovrapprezzo. Per tutti gli altri piani consumer (come le ricaricabili Special), c’è un mese gratuito dopo il quale il costo dell’opzione è di 5 euro al mese.