Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Come guidare le auto ibride per viaggiare di più

In una nota di Andrea Zaghi si legge che vi sono alcune regole da seguire e che sono facili da applicare

Le auto con motore ibrido stanno sempre più acquisendo quote di mercato, ma per il loro corretto uso occorre cambiare stile di guida: un accorgimento che, fra l’altro, porta ad immediati effetti benefici sui chilometri di percorrenza di questi modelli.

L’uso corretto di questi veicoli, può far aumentare la percorrenza anche del 10-25% a parità di spesa.

Ad indicare alcune regole semplici da mettere in pratica è stato il GAI, il gruppo di acquisto auto ibride ed elettriche: un’associazione che ha l’obiettivo di aiutare chi vuole iniziare a viaggiare con questo tipo di veicoli.

Fra le regole da seguire c’è anche quella della velocità: andare eccessivamente a rilento in strada, infatti, contribuisce a scaricare prima le batterie e obbliga l’auto ad usare più il motore tradizionale rispetto a quello ibrido. Una velocità adeguata – compatibilmente con la sicurezza – è quindi una delle indicazioni principali di guida dei veicoli ibridi.

Ma c’è anche dell’altro. Conta però molto lo stile di guida complessivo oltre che alcune particolari tecniche come quella del Pulse and glide (“premi e veleggia”), che consiste in uno stile di guida messo a punto nelle gare di consumo.

Il principio, viene spiegato, è il contrario di quello che fanno molti neofiti dell’ibrido: quando si parte occorre dare una forte spinta, anche usando il motore tradizionale, stando ovviamente nei limiti di velocità e fino a raggiungere l’andatura desiderata; quando si raggiunge la velocità desiderata, questa può essere mantenuta usando solo la parte elettrica della trazione.

Per diffondere di più le particolari tecniche di guida dei veicoli ibridi, il GAI organizza periodicamente dei corsi in varie città italiane.

Stando alle ultime statistiche definitive circa la diffusione di queste tipologie di veicolo, nel 2018 sono state immatricolate 87.032 auto ibride (4,5% sul nuovo), mentre nei primi sette mesi di quest’anno si è già arrivati a 66.828 unità (il 5,4% del nuovo).