Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Infrastrutture: Delrio, ok lavori bretella Sassuolo-Campogalliano

“Una bella notizia per questa provincia, per le imprese e per tutti i cittadini del territorio”: così il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, ha commentato l’avvio dei lavori, previsto nel 2018, della nuova Bretella autostradale Sassuolo-Campogalliano (Modena).

Progetto e cronoprogramma per l’apertura dei cantieri sono stati presentati al palazzo Ducale di Sassuolo. Presenti, oltre al ministro, il presidente della Regione Emilia Romagna, , il presidente della Provincia di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, e il sindaco di Sassuolo, Claudio Pistoni.

“Quest’opera di cui oggi si concretizza l’esecuzione – ha sottolineato Delrio- segna il rispetto di un impegno assunto dal governo di consentire la realizzazione delle infrastrutture effettivamente necessarie per lo sviluppo del territorio. L’intesa odierna – ha concluso il ministro – costituisce un’ulteriore affermazione della politica e del fatto che, quando si lavora bene, le cose si concretizzano.

Nonostante il tempo trascorso ci siamo arrivati”. La nuova Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo (15 chilometri con 2 gallerie artificiali, 8 viadotti e 5 svincoli) prevede un investimento complessivo di 506 milioni di euro, di cui 215 di contributo pubblico, e permette di riqualificare la rete di collegamenti a servizio del Polo produttivo del distretto della ceramica.

Inoltre, alleggerisce la viabilità ordinaria delle zone collegate, spostando il traffico dei veicoli pesanti dalle strade all’autostrada. Sarà poi determinante, spiega la Regione Emilia Romagna, per attivare collegamenti più efficienti con i centri logistici dell’area e tra la direttrice autostradale del Brennero, il distretto produttivo ceramico, l’area della via Emilia e lo scalo merci di Marzaglia. “Quello di oggi- ha detto Bonaccini- è un passaggio fondamentale, che chiude un lungo percorso e ci avvicina all’apertura dei cantieri di un’opera indispensabile per la competitività di un territorio come quello del distretto ceramico, fra gli assi portanti dell’economia regionale”. In merito al progetto,

Ministero e Regione concordano sulla garanzia del rispetto di tutte le componenti ambientali relative all’intero tracciato, così come previste nella valutazione di impatto ambientale. Si chiude, così, un percorso iniziato nel 2010, quando il progetto della Bretella (opera inserita nel Programma delle infrastrutture strategiche) venne approvato da parte del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), che assegnò un contributo di 234,6 milioni di euro. Seguì la gara di aggiudicazione, la convenzione di concessione e il contratto firmato sottoposto al Cipe per l’approvazione.