Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Macchine da cantiere, segnali positivi per il 2015

Presentati in fiera a Verona la 30° edizione di Samoter e l'accordo tra Veronafiere e Unacea per la promozione ed il sostegno dell'industria nazionale delle macchine da costruzione. L'incontro è stato anche occasione per Paolo Venturi, presidente di Unacea, la più rappresentativa associazione italiana del settore, di fare un punto sul comparto che nel 2014 ha fatturato oltre 2,5 miliardi di euro, grazie soprattutto all'export che pesa per il 70% sul valore complessivo della produzione.

Rimane molto debole il mercato interno che dal 2007 al 2013 ha perduto il 79% del proprio valore. Oggi questo crollo sembra terminato ed il 2014 ha chiuso con una crescita dell'11% delle vendite nazionali, che nel primo trimestre del 2015 sono salite del 19%. Un segnale positivo per le circa 200 aziende, in gran parte medio piccole del settore, che però, secondo Venturi, è ancora molto instabile e non può ancora significare che la crisi è definitivamente dietro le spalle.

Il presidente di Unacea chiede al Governo di attuare gli interventi necessari per contrastare il dissesto idrogeologico del Paese. L'apertura delle centinaia se non migliaia di cantieri necessari a mettere in sicurezza il territorio darebbe sicuramente una spinta importante al mercato interno. Venturi chiede anche interventi amministrativi, simili a quelli che bloccano la circolazioni delle auto non catalizzate, per impedire l'uso delle macchine movimento terra e da cantiere più vecchie ed inquinanti. Una proposta comprensibile vista con gli occhi dei costruttori ma che sicuramente non piacerà alle imprese di costruzione in un momento in cui il lavoro scarseggia e l'acquisto di nuovi mezzi d'opera non è certo una priorità.

Anche l'accordo firmato con Veronafiere ha l'obiettivo di sostenere il comparto: si estende al 2017 anno in cui si terrà il prossimo Samoter, con una opzione al 2020. Prevede azioni comuni di promozione formazione e comunicazione sul mercato italiano ed estero. Samoter, dal canto suo riparte verso la 30° edizione con la consapevolezza di dover individuare un format innovativo e di maggiore sostegno al business sia nazionale che estero.