Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Il 56% dei tedeschi vuole i limiti di velocità sulle autostrade

Il numero di incidenti mortali è in diminuzione, ma resta comunque più elevato rispetto ai dati raccolti in Francia e Regno Unito.

Una percentuale significativa di cittadini tedeschi ha espresso parere favorevole in merito all’introduzione di limiti di velocità sulle autostrade del paese, ritenendo che la misura possa aumentare gli standard di sicurezza. L’indagine è stata condotta da YouGov e fornisce numerosi spunti d’interesse, perché misura l’umore degli automobilisti nel merito di una questione che solo una manciata di altre nazioni devono affrontare.

Lo European Transport Safety Council ha rilevato che in Germania esistono limiti di velocità sul 52% della rete autostradale, mentre appena il 33% della rete viene “gravato” da limiti fissi. L’Afganistan e la Corea del Nord sono fra le poche altre nazioni ad essere prive di limiti. Il parere dei 1198 intervistati cambia radicalmente in funzione della velocità proposta: il 56% ritiene che vada introdotto il limite dei 150 km/h, mentre solo il 40% sarebbe disposto a limitare la velocità a 130 km/h.

La percentuale è schiacciante quando viene proposto un limite di soli 100 km/h: in tal caso la proposta viene avversata da nove automobilisti su dieci. Le persone anziane sono quelle più interessate a limiti ridotti. Il fondamento dell’indagine sta in alcune rilevazioni effettuate nel corso degli ultimi anni: in Germania il numero di incidenti mortali diminuisce con regolarità anno dopo anno, ma resta comunque più elevato rispetto a Francia e Regno Unito. Allo stesso tempo l’ETSC ha rivelato che il 67% degli incidenti mortali in autostrada si è verificato lungo un tratto privo di limiti (dato relativo al 2006).