Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Gestione delle interferenze tra traffico autostradale e cantiere

Recenti esperienze di progettazione e direzione lavori per il potenziamento di snodi infrastrutturali attraverso la realizzazione o l'ampliamento di gallerie di grande diametro: un cantiere di ampliamento in sede di una galleria senza interromperne l'esercizio

Gestione delle interferenze tra traffico autostradale e cantiere

Viceversa è risultato particolarmente frequente il problema dei “fuori sagoma” e il sistema di limitazione è stato attivato 416 volte nel predetto periodo. 

Quando un mezzo urta la sbarra del portale allarmato e il sistema viene attivato, il Personale presente in loco provvede a riattivare i sensori se la barra stessa è ancora integra o a sostituirla, avvalendosi di idoneo mezzo di sollevamento, se questa non è in condizioni tali da poter essere rimessa in sede e collegata ai sensori. Solo nel momento in cui la barra viene “riarmata” è possibile riattivare il flusso di traffico rimettendo a verde i semafori.  

Il sistema di limitazione ha egregiamente svolto la funzione di prevenzione degli incidenti correlati all’urto con lo scudo di carichi sporgenti e alla potenziale conseguente perdita di carico, garantendo la sicurezza degli utenti. Il tutto a fronte di un numero di eventi che ha inciso in misura non gravosa sul livello di servizio dell’infrastruttura.

Conclusioni

Il metodo adottato risulta all’avanguardia nell’ampliamento di gallerie in presenza di traffico e consente di operare in sicurezza sia dal punto di vista dell’esecuzione dei lavori che nella gestione dei veicoli in transito. Oggi questo sistema risulta di interesse anche a livello internazionale con studi attualmente in corso in Svizzera e in Australia.

La seconda esperienza di ampliamento in sede in presenza di traffico alla galleria Montedomini ha mostrato un notevole incremento di performance realizzative correlate all’adozione dello scudo di protezione del traffico in c.a. e il fatto di aver sviluppato un sistema di gestione delle interferenze traffico cantiere che ha brillantemente superato la prova sul campo amplia in modo significativo le potenzialità di tale metodologia operativa. Oggi questo metodo offre anche al Gestore dell’infrastruttura tutti gli elementi necessari per garantire gli standard di sicurezza richiesti.