Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il trasporto di merci pericolose in galleria bidirezionale

L’analisi quantitativa del rischio inerente i veicoli che trasportano merci pericolose attraverso gallerie bidirezionali e il confronto con itinerari alternativi rientra nell’ambito di una più ampia ricerca, svolta presso l’Università degli Studi di Salerno, sulle analisi di rischio delle gallerie stradali

Tale classificazione, giustificata dalle caratteristiche della galleria, dalle modalità di gestione del traffico e delle emergenze nonché dalla presenza di itinerari alternativi ragionevolmente praticabili, si basa sull’ipotesi della realizzazione di tre principali eventi critici: incendi, esplosioni, rilascio di sostanze tossiche e nocive. Ne conseguono, ad oggi, cinque categorie di gallerie che presentano restrizioni crescenti al transito di merce pericolosa. Al fine dell’attribuzione della categoria di appartenenza alle singole gallerie, l’approccio metodologico più appropriato appare essere l’analisi del rischio.

Ogni Paese può utilizzare la metodologia di analisi del rischio che ritiene più opportuna pervenendo, verosimilmente, a discrepanze nella definizione dei livelli di sicurezza come sintetizzato nel report PIARC del 2012. Una problematica aggiuntiva riguarda i criteri di accettabilità del rischio, spesso differenti tra gli Stati Membri. Per superare tali differenze, la Commissione Europea ha promosso uno studio finalizzato proprio all’armonizzazione  dei criteri di accettabilità del rischio (Risk Acceptance Criteria, RAC) al passaggio delle merci pericolose. Il proibire o limitare la circolazione delle merci pericolose attraverso le gallerie stradali migliorerebbe il livello di sicurezza degli utenti di tali strutture; tuttavia, esporrebbe le persone che vivono lungo itinerari alternativi a rischi addizionali.

L’analisi quantitativa del rischio (QRA) appare lo strumento più appropriato per dare una risposta alle problematiche sopra esposte. Nell’ambito di un più ampia ricerca svolta presso l’Università degli Studi di Salerno sulle sicurezza delle gallerie stradali, nella presente nota si riporta una sintesi di uno studio finalizzato a mostrare l’influenza del transito di veicoli con merci pericolose sul livello di rischio in una galleria bidirezionale e il relativo confronto con un itinerario stradale alternativo che si sviluppa in sezione aperta attraverso un’area a forte densità di popolazione.